Utente 209XXX
Salve,
un paio di mesi fa mi è stata riscontata una cisti dentale collocata sotto il molare del giudizio inferiore destro e un sospetto ameloblastoma nella parte immeditamente superiore.Una settimana fa sono stata sottoposta ad intervento chirurgico con asportazione delle due neoformazioni ma,date le dimensioni della cisti,è stato necessario asportare anche il nervo con conseguente perdita di sensibilità. Vorrei sapere se la perdità di sensibilità è permanente o temporanea e quali sono di preciso le conseguenze dell'asportazione del nervo.In questo momento la perdità di sensibilità interessa parte del labbro,del mento e della lingua e questa zona del viso mi sembra sia quasi paralizzata.Mi chiedo se è una sensazione che col tempo andrà a scomparire perchè dovuta all'intervento o se invece devo solo farci l'abitudine.
grazie distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Auletta
28% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile utente se da come ci dice il nervo è stato asportato per motivi terapeutici la perdita di sensibilità è purtroppo definitiva.
[#2] dopo  
Dr. Carmine Taglialatela Scafati
24% attività
0% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente, mi permetto di aggiungere qualche cosa a quanto ha già riferito in modo esatto il dott. Auletta. Per esperienza personale e da quanto riportato in letteratura, raramente la perdita della sensibilità, da lesione anche totale del nervo alveolare, è permanente e stabile nel tempo.Ciò avviene in casi rari. Di solito esiste una reinnervazione vicariante proveniente dalla innervazione cutanea mento labiale, governata da nervi spinali, che compensa il deficit.
[#3] dopo  
Dr. Federico Servadio
24% attività
4% attualità
12% socialità
SAN GIULIANO TERME (PI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2010
Confermo in pieno quanti riportato dal dott. Taglialatela
Spesso una reinnervazione vicariante migliora la situazione della parestesia, pur essendo necessari anche più di un paio d'anni.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio per aver risposto alle mie domande. In questi giorni ho avuto anche il risultato dell'esame istologico e,a differenza di ciò che i medici supponevano,non si tratta di ameloblastoma bensì di cheratocisti odontogena del tipo con parachetosi.è possibile che questo tipo di cisti possa riformarsi e in caso affermativo,quale sarebbe la soluzione da adottare?
Grazie
Cordiali saluti