Utente 209XXX
ho una bambina di tre anni e da sei mesi mi sono accorta che non riesce a stendere completamente i pollici che però non sono mai scattati
vorrei sapere se oltre al dito a scatto ci potrebbero essere altre patologie con questi sintomi
se è necessario operare

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

se la falange ungueale non riesce mai ad essere estesa, certamente diventa necessario operare, perchè alla lunga l'articolazione potrebbe irrigidirsi in semiflessione.

L'ipotesi di gran lunga più probabile è proprio il dito a scatto congenito o malattia di Notta, in cui raramente non c'è lo scatto e viene diagnosticato direttamente con il dito "in blocco" (sia in estensione che in flessione).

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
la falange si estende a fatica quando le porto verso il palmo della mano il pollice qualcuno ha parlato di una flessione dei due pollici di 10 gradi in ogni caso vorrei sapere a che età sarebbe giusto operarla e nel caso se esistono centri specializzati che magari le eviterebbero l'anestesia totale
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo è impossibile operare bimbi piccoli senza l'anestesia generale: è indispensabile che la mano stia completamente ferma per evitare lesioni durante l'intervento e per fare ciò è richiesta l'anestesia generale.

Qualsiasi chirurgo della mano fa agevolmente questo tipo di intervento, che è identico a quello fatto per l'adulto, tranne che per le dimensioni.

L'intervento può essere fatto a qualunque età: quello che conta, però, è evitare che le due falangi restino completamente ferme per troppo tempo (rischio rigidità).

Cordiali saluti.