Utente 209XXX
Buongiorno.
Il mio ragazzo, di 33 anni, si è recato in visita da un andrologo per un controllo generale.
Gli è stato diagnosticato un varicocele di II livello e una prostatite che, da come è emerso, si trascina da qualche anno in quanto non diagnosticata dal precedente andrologo.
Per verificare se tutto ciò abbia danneggiato o meno la qualità dello sperma, l'andrologo da cui è in cura adesso gli ha ordinato un esame del seme e ha comunicato al mio ragazzo che sua fertilità non è in pericolo semplicemente osservando il suo sperma al microscopio.
La mia domanda è: basta osservare un campione di seme al microscopio per accertarsi che la fertilità non sia compromessa?
Vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signore,
lo spermiogramma si fa così guardando il seme al microscopio. Per cui niulla da abbiettare.