Utente 201XXX
Salve,
il 4 Giugno del 2010 mi viene diagnosticato infarto inferiore (all'ecocardiogramma ipocinesia apice anteriore e settale; all'ECG sviluppo do Q in sede inferiore; minimo rialzo degli enzimi cardiaci; mi trasferiscono per effettuare una coronografia selettiva sinistra e destra, PTCA, esito: Coronografia sinistra: Tronco Comune: indenne la lesioni stenosanti, sibiforca Ramo discendente anteriore: diffusamente ateromasico, presenta stenosi severa (90%) complicata con immagine compatibile con trombosi endoluminale, Ramo circonflesso: diffusamente ateromasico, indenne da lesioni stenosanti significative. Coronografia destra: diffusamente ateromasica, indenne da lesioni stenosanti significative
PTCA Vasi Trattati: RDA--- Materiali utilizati: guida BMW; sistema export; stent Resolute 3,5-30mm; pallone Sprinter NC 3,75-21
Conclusioni: Coronaropatia monovasale Efficace PTCA con impianto di stent su RDA -- stop--- A distanza di nove mesi faccio una scintigrafia miocardica, con esito dubbio mi rifanno la coronarografia sinistra: Tronco comune: indenne la lesione stenosanti, si biforca Ramo Discendente anteriore: diffusamente ateromasico, non restenosi intrastent al tratto prossimale sede di pregressa PTCA e stenting. Un esile ramo diagonale presenta stenosi severa (80%) al suo tratto prossimale. Ramo circonflesso: diffusamente ateromasico, indenne da lesioni stenosanti significative. Coronarografia destra: diffusamente ateromasica, indenne da lesioni stenosanti significative. Conclusioni: Buon esito angiografico a distanza di pregressa PTCA e stenting di RDA prossimale. Malattia di rami minori. STOP mi devo preoccupare? vi prego datemi un cenno GRAZIE, un saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non posso che confermare la esauriente risposta che ha ricevuto dal Dott. Martino pochi giorni fa per la medesima richiesta di consulto, raccomandandoLe il massimo scrupolo nell'assunzione della terapia prescritta e nella esecuzione delle indagini strumentali e di laboratorio che il cardiologo di fiducia Le prescriverà periodicamente.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh è molto giovane per avere già avuto un infarto . La lesione sulla discendente anteriore è stata ben trattata con PTCA e stenting. Dopo qualche mese un sottile ramo diagonale ha presentato una ulteriore stenosi, non trattabile verosimilmente per il picco calibro del vaso. Lei dovrà attenersi a serie misure famacologiche e igienico dietetiche se non vuole che l infarto s ripresenti. I farmaci più impiegati in quest casi sono bea bloccanti, statine, antiaggerganti piastrini, ACE inibitori, acidi grassi omega tre. Dovrà calare di peso, camminando quotidianamente per circa un ora, abolì tassativamente i fumo se fosse stato un fumatore. Controllo e trattamento della ipercolesterolemia se presente.
Cordialità.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#3] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio la gentilezza dei dottori,
vi comunico la terapia del momento: ore 7 Raniben 300 - ore 8 Micardis 20 - ore 8 Cardicor 2,5 - ore 8 Plavix 75 - ore 9 Norvasc 10 - ore 12 Metforal 500 - ore 13 Cardioaspirina 100 - ore 13 Eskim 1000 - ore 19 Metforal 500 - ore 20 Micardis 20 - ore 20 Omnic 0,4 - ore 21 Torvast 40
Come notate prendo anche la pillola per un diabete sopravvenuto di recente non piu di 5 mesi,
inoltre 2 mesi fa per una prostatite subacuta curata per un mese con Idiprost, Tavanic e Omnic-- dagli analisi e indagini anche con "eco rettale" risultava tutto ok e comunque l'urologo mi a detto di continuare L'omnic per 6 mesi e poi tornare a controllo.
Ma a me onestamente preoccupa la cosidetta malattia ischemica che conseguenze mi devo aspettare a breve e lungo termine? vi prego datemi qualche indicazione, capisco che non potete essere certi ma una indicazione di massima vi prego.! Vi scrivo il mio peso kg. 79 per h. 165 Alcuni esami di rutin che faccio gli ultimi: Colesterolo: HDL 59 - LDL 38 - TOT. 117 -- Trigliceridi 98 -- CPK 88 -- Transaminasi GPT 39 - GOT 25 -- HB Glicosilata 6,71 -- Gamma gt 36 -- Proteine tot. 7 --
Scusatemi se sono stato lungo ma confido nella vostra cortesia e comprensione.
Ringrazio anticipatamente e vivamente.
[#4] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Come già detto nelle precedenti risposte, il puntuale trattamento farmacologico, la regolarità nella esecuzione di controlli, lo stile di vita ed il regime dietetico hanno lo scopo di ridurre al minimo il rischio di progressione della malattia ischemica o di un secondo evento acuto (noi medici la chiamiamo prevenzione secondaria).
Le attuali conoscenze dimostrano che se il paziente collabora adeguatamente tale rischio può in effetti ridursi in modo drastico.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Un'ultima domanda poi tolgo il disturbo perche capisco che lo sto dando.
Riguarda il Plavix 75 lo prendo esattamente da un anno, il mio cardiologo mi a detto che fra 6 mesi devo interrompere la somministrazione, siccome so che ci sono vari guidizi in merito sul Plavix.
mi date il vostro parere? Mille grazie
[#6] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Nessun disturbo, ci mancherebbe altro!
Per quanto riguarda il Plavix, in realtà il limite di 18 mesi dopo la procedura è valido solo per la rimborsabilità del farmaco da parte del SSN e non per una riduzione della sua efficacia protettiva sulle arterie. Se si decide per la prosecuzione della terapia, però, il paziente deve acquistare il farmaco a totale suo carico.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Se il farmaco fosse utile e non rischioso, non avrei problemi a comprarlo, però nessuno mi dice la sua utilità,
per adesso devo continuare per altri 6 mesi, il seguito spero che qualcuno mi dia indicazioni, perche onestamente e la mia perplessità maggiore, capire il rapporto utilità per la patologia e il rischio che comporta il farmaco.
ancora grazie per la sua grande cortesia.
Cordiali Saluti
[#8] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Provo a chiarirLe ulteriormente il mio pensiero.
Se io personalmente mi trovassi nella Sua situazione, una volta scaduto il periodo di rimborsabilità non avrei dubbi nell'acquistare il farmaco a mie spese (ovviamente, in assenza di subentranti controindicazioni o effetti collaterali).
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Chiarissimo concetto, seguirò il suo consiglio, "il danaro a i suoi limiti" se mi serviranno altri consigli in futuro la cercherò, lei e cortese come pochi.
Ancora grazie.
Un saluto sincero.
[#10] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Dottore le posso fare una domanda?
questo esile ramo diagonale che presenta stenosi severa (80%) al suo tratto prossimale. in caso di chiusura mi puo portare a problemi seri?
e che vuol dire malattia di rami minori?
Grazie mille.
[#11] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
La terapia prescritta e i suggerimenti sullo stile di vita hanno lo scopo di evitare proprio la progressione della malattia e quindi la chiusura del ramo stenotico. Quand'anche tale eventualità malauguratamente si verificasse, comunque non avrebbe necessariamente conseguenze importanti.
Cordiali saluti
[#12] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Dottore mi dica,
la terapia e il cosidetto stile di vita serve solo a mantenere lo stato della malattia, o anche a migliorare?
mi scuso se la domanda non e pertinente.
[#13] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Fermare o almeno rallentare il processo aterosclerotico coronarico porta come risultato il miglioramento di alcuni parametri cardiaci, come la tolleranza allo sforzo.
Ma il dato fondamentale è rappresentato dal fatto che il paziente con cardiopatia ischemica che segue con regolarità la terapia ed adotta uno stile di vita adeguato è statisticamente destinato a vivere di più e meglio.
Cordiali saluti
[#14] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.

Volevo cortesemente chiedervi il vostro parere sul fatto del cambio di terapia che mi anno fatto proprio ieri le spiego: mi anno sospeso ESKIM NORVASC MICARDIS e TORVAST con l'inserimento di: COMBISARTAN 320 mg+25mg ore 8:00, PROVISACOR 20mg ore 21 e spostato il cardidor dal mattino alle 8 al pomeriggio alle 17 , riguarda il PLAVIX me lo anno prolungato per altri 6 mesi, oltre i 18 mesi già somministrato, mi date un vostro parere? Grazie
[#15] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Scusatemi dimenticavo, per il mio caso i vari controlli e preferibile andare dal cardiologo o dal cardiochirurgo? chiedo questo perche fino a un anno fa andavo dal cardiologo, poi sotto indicazione di mia moglie che a saputo di un cardiochirurgo in citta dove vivo abbastanza famoso, sono passato sotto il suo controllo ed e quello che ieri mi a cambiato la terapia, voi dottori capite che noi pazienti ai cambi di terapia abbiamo sempre qualche timore, premetto che la terapia facevo fino a ieri funzionava molto bene ho solo riferito dei fastidi e crambi alle gambe soprattutto la notte per il resto per oltre un anno valori di pressione ottimali salvo gli ultimi 10 giorni che si e inalzata fino a 150 per 90 ancora mille grazie e grazie di esistere.
[#16] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Scusate se insisto vi prego datemi una risposta, Grazie
[#17] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
A giudicare dalla coronari grafia chenleinha riportato non ha nessun senso chiedere un consulto cardiochirurgico. La sua terapia è solo medica.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#18] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi dottore, la mia domanda era proprio sulla terapia che da alcuni giorni il medico mi ha cambiato, volevo il vostro perere di esperto.
la ringrazio molto.
[#19] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei non ha riportato alcun farmaco ne' dosaggio. Come si fa a fornire un parere?
Arrivederci
Cecchini
[#20] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
Le ricordo che le linee-guida di questo Sito (che La invito a rileggere) riportano: "prescrivere trattamenti online è illegale e deontologicamente scorretto: i medici iscritti a medicitalia.it svolgono una funzione di second opinion, di supervisione specialistica e non una alternativa terapeutica o diagnostica online".
Cordiali saluti
[#21] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno:
Rispondo prima al gentilissimo dott. Cecchini dicendo che: la mia precedente terapia dall'infarto la mandai a suo tempo e la ritrovo ancora scritta su questa pagina ma non so se voi la vedete e comunque cerco di rimandarla:
vi comunico la terapia che ho fatto dal 16/06/2010 al 23/11/2011 : ore 7 Raniben 300 - ore 8 Micardis 20 - ore 8 Cardicor 2,5 - ore 8 Plavix 75 - ore 9 Norvasc 10 - ore 12 Metforal 500 - ore 13 Cardioaspirina 100 - ore 13 Eskim 1000 - ore 19 Metforal 500 - ore 20 Micardis 20 - ore 21 Torvast 40
Come notate prendo anche la pillola per un diabete sopravvenuto di recente non piu di 10 mesi,
Vi scrivo il mio peso kg. 79 per h. 165 Alcuni esami del 02/06/2011: Colesterolo: HDL 59 - LDL 38 - TOT. 117 -- Trigliceridi 98 -- CPK 88 -- Transaminasi GPT 39 - GOT 25 -- HB Glicosilata 6,71 -- Gamma gt 36 -- Proteine tot. 7 --

Questa la terapia iniziata il 24/11/2011: ore 7 Raniben 300 - ore 8 Combisartan 325+25 - ore 8 Plavix 75 - ore 12 Metfaral 500 - ore 13 Cardioaspirina 100 - ore 17 Cardicor 2,5 - ore 20 Micardis 20 - ore 21 Crestor 20
come noterete mi anno tolto Eskim e Norvasc oltre aver cambiato e spostato di orari altre, dottore premetto che ciò che chiedo e solo un parere nulla piu.
Infatti vorrei dire al dottor Fedi lunge l'idea di offendere la categoria dei medici che rispetto da anni e che cerco di ascoltare per quella che e la mia cultura, e se ho involontariamente offeso qualche medico presente in questo servizio chiedo umilmente scusa e appena mi darete conferma mi cancello da questo servizio che giudico eccellente.
Ancora scuse. Buongiorno
[#22] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Vede e' molto difficile, oltre che poco corretto, esprimere giudizio di variazioni terapeutiche di un paziente visitato da altri e che non si puo' valutare personalmente.
Pertanto , anche se non comprendo alcune modifiche di farmaci ed orari, devo ritenere che tali variazioni siano frutti di elementi che il suo Cardiologo di fiducia ha ben valutarto.
Arrivederci
cecchini
[#23] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Capisco..!
se potessi venire personalmente da lei, lo farei volentieri certo non mi spaventa l'idea di spendere dei soldi per la salute.
comunque scusatemi tolgo il disturbo,
[#24] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Dottore scusatemi se dopo un po di tempo torno a chiedervi qualcosa sul mio problema,
C'e di nuovo che a causa di una forte bronchite sono stato costretto ad andare al pronto soccorso al quale devo dire mi anno dato una terapia antibiotica che sto facendo con cura, quando dalle carte anno visto che sono un cardiopatico mi anno approfondito i controlli cardiaci con eletrocardiogramma ed ecocardiogramma, alla fine dopo una intera giornata mi anno dimesso dicendomi che ho un piccolo versamento a due parete del cuore aggiungendo niente di preoccupante e mi anno prescritto una terapia per 7 giorni di BRUFEN 600 e rifare l'ecocardiogramma fra una decina di giorni, dimenticavo di dirvi che i giorni precedenti per alleviare la forte tosse e per una discopatia che mi da forti dolori il medico di base mi dava Deltacortene 25mg oltre gli antibiotici.
Dottore per cortesia avendo già altri problemi cardiaci che ho già riferito a voi a suo tempo mi devo preoccupare? puo essere serio il problema? Grazie tante