Utente 209XXX
Gentili specialisti,
scrivo per esporre un problema che riguarda il mio uomo.All'inizio del nostro rapporto mi ha confidato di non riuscire a sostenere due rapporti sessuali nell'arco della stessa giornata in quanto il secondo orgasmo gli provoca formicolii e fastidi allo scroto e al pene. Lui riesce ad avere una seconda erezione anche a distanza di poco tempo e le sue prestazioni dal punto di vista della durata sono nella norma, ma,oltre a raggiungere con grande fatica il secondo orgasmo, questi gli provoca anche dei fastidi e quindi lui tende spesso a non intraprendere un secondo amplesso. Non riesco a capire se questo problema è riconducibile a fattori psicologici o fisiologici. Non nascondo che la questione sta creando un'insoddisfazione in me. Dovremmo rivolgerci a qualcuno? Spero vivamente in un vostro suggerimento. Grazie dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

il problema particolare da lei sollevato potrebbe avere sia una causa psicologica che organica (ad esempio un problema infiammatorio delle vie uro-seminali) ma ora bisogna sentire in diretta un esperto andrologo e con lui iniziare un iter diagnostico mirato per ben capire la causa o le cause in gioco.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dott. Beretta,
la ringrazio per l'attenzione. Ci rivolgeremo ad un andrologo per ulteriori indagini. Da quanto ho capito quindi lei mi conferma che non è normale un fenomeno del genere.Sono " sollevata" in quanto adesso ho una ragione in più per convincerlo ad approfondire le cause del problema.Ancora grazie, cordialmente la saluto.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene , fatta la valutazione andrologica poi ci aggiorni, se lo desidera.