Utente 209XXX
Può un uomo di 51 anni vivere solo grazie al pacemaker ? quanto può vivere ? il suo cuore non pulsa più. I medici dicono che vive solo grazie al pacemaker perchè il cuore ha smesso di pulsare da solo(..) cosa significa ? quali sono le conseguenze ? precauzioni ? tutto ebbe inizio con un infezione da una zecca. Successivamente l'artrite; poi ha avuto una sincope con arresto cardiaco momentaneo risolto con pacemaker. Soffre di pressione alta, per questo prende una pastiglia giornaliera. Vi prego di rispondere a queste mie lacune, vorrei avere più chiara la situazione di mio padre; visto che non parla molto con noi dopo essersi consultato con i medici, vorrei da parte vostra chiarezza e sincerità sulle risposte. grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Non ha spiegato chiaramente la diagnosi per cui a Suo padre è stato impiantato il pacemaker, nè il modello dell'elettrostimolatore stesso. Devo supporre che Suo padre abbia avuto un importante problema del sistema di eccito-conduzione cardiaca, risolto appunto con la procedura di impianto del pacemaker. Tale supporto permette al cuore di pulsare in maniera quasi fisiologica, e se il paziente si sottopone con regolarità ai controlli si potrà procedere alle eventuali regolazioni ed al rilievo della durata residua della batteria (in genere da 5 a 10 anni). Nel frattempo, il paziente potrà condurre una vita normalissima, con poche trascurabili limitazioni legate all'esposizione a campi magnetici.
Cordiali saluti