Utente 493XXX
41 anni, non fumatore e in pratica non bevitore. Da qualche mese ho un'aureola rossa sub-linguale di circa 1 cm di diametro, non rilevata, e senza sintomi dolorosi. Il dermatologo l'ha definita lesione eritroplasica, ed ha disposto una biopsia.

Ho ricevuto i risultati della biopsia, che riporto testualmente:

Frammento tessutale (diametro max 2mm; spessore <1mm) da biopsia incisionale di lesione alla faccia inferiore della lingua.
Acantosi regolare della lamina epiteliale squamosa che mostra intensa spongiosi, espressioni di atipia citologica di tipo reattivo-riparativo ed una marcata exocitosi granulocitaria con addensamento granulocitario verso la superficie ("tipo" impetiginizzazione). Nel minimo connettivo sottoepiteliale è presente un evidente infiltrato flogistico misto (linfoplasmacellulare e granulocitario).

Il dermatologo ha detto che dal referto si evince che posso stare tranquillo, e che dovrò solo apporre sulla macchia rossa un unguento cortisonico per un mese mattina e sera. Non ha richiesto ulteriori visite di controllo.

Cosa ne pensate del referto e delle considerazioni espresse dal dermatologo? Cosa è una acantosi, e quali possono essere cause e rimedi?
Avevo visto in tv che lesioni rosse della lingua possono col tempo originare anche problemi maggiori.

Grazie mille per una cortese risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
certamente non è un referto preoccupante , nel senso che non vi sono patologie del versante neoplastico , o fatti che suggeriscano altre patologie cronico-evolutive, ma solo fatti mucositici.
Andrà comunque controllata nel tempo, serialmente.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 493XXX

Iscritto dal 2002
Grazie mille