Utente 193XXX
Buongiorno mia figlia a 14 anni e da 2 anni soffre di "emicrania accopmpagnata"...e ha fatto tutti i controlli (rnm encefalo con liquido di contrasto,elettroencefalogramma...ecc) il medico di base gli a voluto far fare color doppler alla testa per sospetta pervietà del forame ovale.dai cui è risultato positivo.. e allora gli a anche fatto fare una ecocardiografia tran-esofagea...che sono riusciti a eseguire solo a meta perchè con il tubo in cola a incominciato a rimettere.. però anno detto che l'ecografia normale evidenzia questa patologia..
secondo lei il mal di testa può influire con questa patologia?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No non detrmina cefalea, ma se la pervieta' del forame ovale fosse confermata e lo shunt a tale livello fosse di una certa entita', e' opportuno provvedere alla sua chiusura. Attualemnte non si opera piu' come un tempo, ma attraverso un catetere si raggiunge il forame pervio e si chiude con un apposito dispositivo.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

Esiste in letteratura medica un'associazione tra presenza di formame ovale pervio ed emicrania con aura, ma il meccanismo è ancora ipotetico.

Si è infatti dimostrato che nel 48% delle persone con emicrania con aura era presente un forame ovale pervio, contro il 20% dei controlli ed il 22% dei pazienti con emicrania senza aura.

Il miglioramento dell'emicrania con aura dopo chiusura del forame ovale pervio è ancora oggi oggetto di dibattito.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
il doppler transcranico dice:
è stato condotto uno studio ultrasonoro nei territori arteriosi intracranici (ACM ds),per la ricerca di fenomeni microembolici in paziente con sospetta pervietà del forame ovale(PFO).
dopo infusione di 10 cc di soluzione fisiologica "agitata" e.v. non si registra passaggio di microbolle in condizione basa.
Dopo manovra di valsavia,si documenta passagio di microbolle(<30 efetto a "tendina")
CONCLUSIONI:
positiva la ricerca di fenomeni microembolici (possibile pervietà del forame ovale (PFO) di identità discreta ).
si consiglia proseguimento indagini mediante esame ecocardiografico transesofageo.


L'esame ecocardiografico transesofageo risulta:
Esame non tollerato dalla paziente;introduzione della sonda molto difficoltosa; la sonda è stata estratta dopo l'introduzione rifiuto da parte della paziente.
esame verosimile per positività per pervietà del forame ovale.
cavità atriali di normali dimensioni.
a livello del setto interatriale,evidenza di minimo scollamento della porzione membranosa sulla porzione muscolare,con secondario minimo schunt sx-dx al color doppler.
sono state eseguite manovre di contrasto dall'esame transtoracico.
con manovre di contrasto(soluzione glucosata 5 percento agitata,non passaggio di microbolle dx-sx in basale;si ottiene significativo passaggio di microbolle dx-sx con manovra di valsavia.



lei cosa consiglia di fare? le sembra il caso di ripetere l'esame?
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sarebbe opportuno che eseguisse un eco transesofageo per un'esatta valutazione dello shunt.
MA pare che sia molto piccolo
si tranquillizzi
cordialmente
cecchini
[#5] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
il problema è che mia figlia soffre di reflusso e anche l'altro giorno che gli anno fatto la gastroscopia gli anno fatto l'anestesia totale perchè non riescono a farli niente senza anestesia.
questo esame si potrebbe fare con la sedazione?
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Certo che può essere fatto in sedazione.
Cordialmente
Cecchini
[#7] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
perchè noi abbiamo chiesto per la sedazione ma ci hanno detto che era un broblema farla.
Ma dovrebbe decidere il cardiologo oppure il neurologo
se rieseguire questo esame?
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il suo cardiologo curannte dovrebbe consigliarla in questo senso.
cordialita'
cecchini
[#9] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
dunque le sembra il caso di contattare anche un cardiologo? perchè finore mia figlia è stata vista solo da un neurologo..
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Suppongo che chi le ha fatto un ecocolordoppler transesofageo fosse un cardiologo...
Si consulti con lui
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#11] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2011
ok grazie per il suo consulto.
arrivederci