Utente 205XXX
Salve. E' da 5 mesi che sto male fisicamente, e ho una febbre persistente che arriva anche a 38, (tutt'ora non spiegata, nonostante ho consultato tanti medici e fatto molte analisi) e insieme a questa ho molti altri sintomi, e forse anche per la troppa preoccupazione, tendo ad essere attento a tutto. Ma voglio comunque chiedervi una cosa che ho notato e che mi preoccupa: ho notato che al collo, ai lati del pomo d'adamo, le pulsazioni che si sentono a destra sono più forti di quelle che si sentono a sinistra. Il ritmo è uguale ovviamente, ma la forza delle pulsazioni è differente, e a volte a sinistra non lo sento proprio il battito, mentre a destra si, ed anche molto forte. Cosa può essere? Che esami dovrei fare? Ho spesso vertigini, stanchezza e mal di testa. Non fumo,mai fumato niente e non faccio uso di nessuna sostanza. Ho 24 anni. Cosa mi consigliate? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
il fatto che le carotidi siano simmetriche non vuol dire che siano uguali: a volte basta che uno dei due vasi abbia un decorso più superficiale perchè sia più "visibile" la pulsazione trasmessa. Questo, in particolar modo, può accedere se si è molto magri.
Nel caso in cui volesse definitivamente tranquillizzarsi, faccia un EcoColorDoppler dei tronchi sovraortici: è un esame innocuo, che, effettuato da persona esperta permette di avere riscontri morfofunzionali certi.
Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio dottore. Farò quest'esame. Dove lo posso effettuare? Da un angiologo per forza? O va bene anche uno studio ecografico? Comunque quando parlavo di pulsazione più evidente a destra, non mi riferivo solo alla visibilità con gli occhi, ma anche a ciò che si sente premendo con la mano ai lati del collo. Anche questa differenza che si percepisce in tal modo, può essere influenzata dal decorso più superficiale?

E un'ultima domanda: ci possono essere almeno in via teorica delle infezioni che possono dare problemi circolatori? Grazie ancora. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
1)Le figure mediche che possono effettuare esami di questo tipo sono molteplici: radiologo, cardiologo, internista... per ovvi motivi di competenza, mi permetto di suggerirle un chirurgo vascolare, che potrà, contestualmente esprimersi anche da un punto di vista clinico.
2)L'anatomia del vaso può condizionare la percezione della pulsazione.
3)Alcuni stati infettivi possono determinare alterazioni di struttura o di funzione dei vasi.
Cordialmente.
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio. Io ho tutti i sintomi della mononucleosi, vertigini, febbricola di 37,5 - 38 da gennaio, sudorazioni notturne, tachicardia e palpitazioni, linfonodi ingrossati (reattivi dice l'ecografia) ecc ecc. Ma dalle analisi risulta solo un'infezione pregressa. Eppure gli anticorpi igg sono molto alti, le ebna sono al valore massimo oltre il quale i laboratori non vanno. (600) Mentre le igm sono negative in 2 laboratori e dubbie (in un altro laboratorio). Risulta anche il micoplasma pneumoniae ma solo in un laboratorio, e in altri no. Ho fatto 1 mese di antibiotici eppure sto sempre uguale. Ho cercato tanti virus e batteri, e fatto tanti esami a tutto il corpo da ricoverato ma non esce niente. La mononucleosi, fa parte delle infezioni che lei dice possono determinare alterazioni di struttura e funzione dei vasi? il fatto che abbia le vene più gonfie, in particolare del braccio sinistro, può significare qualcosa?
E un'ultima cosa: conosce centri specializzati in italia per lo studio delle febbricole e stati di salute come il mio? Grazie ancora per la sua cortesia.
[#5] dopo  
Dr. Ruggiero Curci
24% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
per dirimere ogni suo dubbio potrebbe rivolgersi ad un infettivologo, che potrà valutare il quadro d'insieme.
Cordialmente.
[#6] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
Già fatto. E non sanno cosa dirmi. Alla fine l'infettivologo, siccome non usciva niente alle analisi, mi ha dato dei farmaci per rinforzare le difese immunitarie, che costano tantissimo, e non mi fanno niente. L'otorino dice che ho la mononucleosi, e mi ha dato cortisone ed aciclovir. Entrambi farmaci potenzialmente dannosi e che non risolvono niente. Non so proprio cosa fare, ed ormai sono 5 mesi e mezzo, che vado avanti cosi, con mal di testa, mal di gola, febbre, e tanti altri sintomi strani.