Utente 133XXX
Salve Sign. Dott. mi scuso per il disturbo e da un pò di tempo ke ho problemi alla mano, sono un chitarrista, ho praticamente un lieve bruciore alla fascia del muscolo adduttore del pollice e poi finito di suonare un indolenssimento dell'emminenza tenar... Il medico ke mi ha visitato mi ha detto ke l'emminenza tenar e gonfia xkè si è sviluppata mentre il bruciore deriva dal muscolo ke si è contratto... Ho fatto fisioterapia ho preso delle compresse Flantadin il bruciore sparisce ma dopo un pò di giorni ricompare il tutto... Nelle ecografie non comparono cisti o altre anomalie... Cosa dovrei fare come mi dovrei comportare?... La ringrazio per il consulto... Cordiali Saluti
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

probabilmente, oltre alla terapia antiinfiammatoria, dovrebbe osservare un periodo di riposo funzionale, se, come è probabile, il suo bruciore è la spia di una sinovite, cioè di un'infiammazione verosimilmente da "stress" funzionale.

Ora, io non so da quanto tempo è insorto il problema nè con quale frequenza o intensità lei suona lo strumento (a livello dilettantistico o professionale), ma è molto probabile che, se non sospende temporaneamente l'attività, qualsiasi terapia si rivelerà insufficiente.

Oltre ai FANS per bocca, potrebbe associare antiinfiammatori per via locale (gocce) tre volte al giorno o anche terapie fisiche (laser, ultrasuoni, ionoforesi, TENS, Tecar).

Se infine dovesse essere necessario, si possono fare anche infiltrazioni locali di steroidi, sempre previa valutazione del chirurgo della mano.

Buona domenica.