Utente 152XXX
salve ho 24 anni l anno scorso ho subito un intervento di frenulo plastica e di leggera desensibilizazzione del glande per combattere l'eiaculazione precoce. questa operazione è avvenuta in concomitanza con il mio tornare single e vivere un periodo un pò di depressione. ma sta di fatto che ho incontrato diversi problemi: non riesco più a raggiungere facilemnte l'erezione nella masturbazione senza dei video (se mi masturbo solo con il pensiero mi ritrovo ad eiaculare talvolta senza erezione). i rapporti sessuali sonos tati in questo periodo più rari e nonostante avessi raggiunto l'erezione non la sento come prima dell'operazione. inoltre sento una carica sessuale minore che non so se è causa o conseguenza delle mie insicurezze. a tutto questo si aggiunge che quasi mai ho erezioni mattutine e faccio meno sogni spinti. (ad esempio le eiaculazioni notturne prima presenti non si sono piu verificate).
quando sono andato a palarare con l'andrologo che mi aveva operato mi ha detto di stare tranquillo che l'operazione è andata benissimo ma senza ascoltare i miei dubbi e lasciandomi le mie insicurezze.ù. non riesco a capire se è un fatto solo mentale ma non credo. ho visto che l intervento di frenulo plastica non ha queste contro indicazioni e non so se magari l'intervento di desensibilazzione è andato male e se esite una prova per controllare.
c'è anche da dire però che comunque mi è ricapitato di raggiungere la piena erezione con il totale indurimento ma più raramente di prima.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'unico soggetto in grado di dare una risposta pertinente ai Suoi quesiti e' il chirurgo operatore...I dubbi e le sensazioni collegate appartengono ad uno stato ansiogeno che,a questo punto,va inquadrato anche dal punto di vista prico-sessuologico.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
si ma non credo di ricevere rispote diverse dall'ultima volta, in cui dopo una rassicurazione molto veloc emi ha mandato a pagare il consulto.
vorrei quindi capire se il fatto che talvolta si raggiunge tranquillamnete l'erezione piena toglie le responsabilità all'operazione? o se in qualche modo questi tipi di operazione possono portare a una conseguenti problematiche di erezioni? e se l'eventuale test sulla sensibilità come ha determinato una mia eccessiva sensibilità ora mi può dire che la sensibilità è nella norma o non è troppo diminuita?
e è normale che si possa verificare l'eiaculazione senza aver raggiunto l'erezione?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che l'intervento sia andato a buon fine...Cambierei strategia e consulterei uno psicosessuologo.Cordialita'.
[#4] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
mi spiace di abusare ancora della sua gentilezza,io anche sono coscente che sia in parte un fatto mentale ma le volevo chiedere se questo può avere le sue consgeuenze anche sul fatto che non ho piu eiaculazioni notturne e il fatto che sono rarissime le erezioni mattutine? e col fatto che quando si verificano erezioni fisiologiche durante il giorno non sono complete?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non esiste una correlazione causa/effetto tra l'intervento di frenuloplastica e la sintomatologia sessuale riferita (quantita' e qualita' delle erzioni spontanee e/o provocate).Cordialita'.
[#6] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
e neanche la desensibilizazzione?
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...con il tempo andra' meglio...Cordialita'.
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
mi associo al DR.Izzo nella risposta.
L'eiaculazione precoce è una disfunzione della fase dell'orgasmo, che necessita di un approccio poliedrico e sfaccettato, così come sono gli ambiti correlati alla sessualità da trattare ed investigare.
Una conseguente vulnerabilità erettiva può essere una logica conseguenza dell'intervento e del problema della tempistica eiaculatoria.
Una consulenza psico-sessuologica credo sia indicata.
Legga, se desirera, questo mio articolo sull'argomento.
Cari saluti

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/963/Eiaculazione-precoce-primaria-e-mancanza-d-erezione-secondaria