Utente 210XXX
Salve a tutti e grazie per questo incredibile servizio.
Premetto che prima di aprire il consulto ho letto diversi quesiti al riguardo, ma alla fine ho pensato che rivolgermi qui fosse la scelta migliore.

Sono un ragazzo di circa vent'anni, conduco una vita normale tra università, amici, ragazza ecc. Ho fatto molto sport anche agonistico fino a qualche anno fa (circa 4-5), poi ho smesso completamente,e soltanto da qualche mese ho ripreso a correre/andare in bicicletta un pò di volte a settimana, con frequenza buona. Purtroppo avevo uno stile di vita un pò sedentario che sto cercando di variare.

La mia vita da circa 3 anni è però turbata da alcuni fastidi a livello cardiaco: in modo del tutto casuale mi sono iniziate a comparire extrasistole, aritmie, palpitazioni ecc. Non ci sono nessi precisi, a volte mi vengono ripetutamente per giorni e poi scompaiono per settimane o mesi. Inizialmente non ho dato alcuna importanza a tali sintomi, poi dopo alcuni episodi più gravi di altri (del tipo che perdevo forza, o mi sembrava di svenire) ho effettuato una serie di visite. Mi hanno visitato diversi cardiologi e ho fatto ogni esame del caso: vari elettrocardiogrammi, ecg sotto sforzo, un holter, e anche l'eco al cuore! Niente. Premettendo che durante l'holter non mi sono comparsi sintomi, tuttavia tutti i cardiologi hanno concluso che il mio cuore è sano, niente problemi nè congeniti nè di altro tipo, e che i miei sintomi sono normali e derivano probabilmente da ansia, stress ecc.. Tutti hanno detto: non hai nulla, tranquillo! E io sono stato tranquillo! Tanto che avevo quasi scordato il problema, nonostante abbia continuato a ripresentarsi ogni tanto. Questo è un passaggio che vorrei sottolineare, ovvero il fatto che riguardo a quei problemi ero tranquillo, sapevo che erano fattori di stress/ansia, o causati dal mio stomaco. Infatti devo riportare anche che mi è stata trovata un mese fa una leggera gastrite, e due anni fa un pò di reflusso gastroesofageo (sono un pò debole di stomaco di famiglia ma niente di grave :) ).

Poi arriva oggi. E' stata una giornata infernale, mi sono svegliato, ho fatto doccia e colazione leggera e sono iniziati i problemi. Il mio cuore ha iniziato a vibrare tipo, un misto tra vibrazioni e extrasistoli, ogni "vibrazione" durava qualche secondo poi passava per ritornare anche solo qualche minuto dopo. Non mi era mai capitato nulla del genere. Il cuore sembrava battere normale ma poi avevo vuoti, e come se da un lato battesse dall'altro vibrasse ecc. cose strane. Questo misto di vibrazioni, aritmie e extrasistole è durato TUTTO il dì, e mi sentivo debolissimo. Durava qualche secondo scompariva, poi tornava ecc. Adesso è da 2h circa che non ho quasi più sintomi, ma ogni mia certezza e tranquillità riguardo al mio cuore si è dissolta. Non è l'ansia che mi fa scrivere qui, non ho paura. Quanto piuttosto l'aver fatto spendere centinaia di euro ai miei per visite e avere sintomi strani senza ancora alcuna risposta! GRAZIE MILLE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile ragazzo,
a distanza e con una mole di esami, che tu stesso dici perfettamente normali, è difficile ipotizzare una patologia cardiaca, semmai è forte l'ipotesi della componente ansiosa nell' esaltazione dei tuoi sintomi. Il ritorno ad una costante attività fisica, ritmi di vita ed alimentazione regolari, magari l'utilizzo di bevande naturali a basae di camomilla, passiflora, biancospino, valeriana, potranno meglio aiutarti.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Dr. Martino,
la ringrazio innanzitutto per la velocità nel rispondere e la cordialità!

Io sono sicuro che spesso in passato ci sia stata una forte componente ansiogena, e sono spesso stato io a sottolineare ai medici questa mia caratteristica. Tuttavia io sono quasi certo che questa volta non centra. O perlomeno non è direttamente collegata alla patologia. Cioè mi spiego: mentre le altre volte l'ansia ha sicuramente amplificato o addirittura a volte scatenato (la paura di avere le extrasistole mi fa sentire le extrasistole) il fenomeno, adesso ero del tutto tranquillo, neanche mi ricordavo di averlo! Ma io davvero mi sono spaventato tanto sono stato male. Ho pensato di andare al PS però poi mi sono stufato di dover sempre allarmare tutti per nulla, e ho preferito tenere per me quanto mi stava accadendo e valutare con calma i sintomi. Ecco perchè ho scritto qui.
Io non sto comunque negando che tutto possa essere scatenato da ansia e stress (sono in periodo di esami, ho una ragazza da gestire, a volte problemi in famiglia, vivo lontano da casa per la scuola ecc), ma vorrei una certezza al riguardo e dopo 3 visite specialistiche in cui mi hanno detto "Non hai nulla" io non so più dove cercarla! Perchè se le altre volte ero sicuro che quelle semplice extrasistoli erano da stress, stavolta non lo sono più come prima, anche se il Suo parere è molto importante per me.
[#3] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo Dottor Martino,
riscrivo in questa conversazione per porle un ultimo quesito, e non vorrei sembrarle troppo esagerato. In questo periodo mi è ricapitato un altra sola giornata simile a quella dell'altra volta ma fortunatamente un pò meno intensa. Quindi ho continuato la mia ricerca da solo, visto che le visite non hanno portato a nessuna certezza. Premettendo che sono totalmente estraneo alla materia e che quindi non mi permetterei mai di azzardare una diagnosi, volevo soltanto riferire che ho notato una forte somiglianza tra i miei sintomi e quelli provocati dalla "fibrillazione atriale". Semplicemente infatti cercando i miei sintomi spesso venivo rimandato a pagine riguardo a questa patologia. Ribadendo che non sto assolutamente cercando di diagnosticarmi una patologia, volevo soltanto domandarle, cosa fosse, e se ci fosse una possibilità che i miei sintomi possano essere ricondotti a tale patologia?!
Più che altro mi sono deciso a scriverle dopo aver letto su un sito dedicato a questa patologia che "I sintomi principali che il paziente avverte sono palpitazioni, dolore toracico, dispnea, affaticamento.", che a parte raramente il dolore, mi si presentano quasi sempre tutti!
[#4] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Se per caso le capita di leggere nuovamente questa discussione, la volevo aggiornare riguardo al fatto che ieri sera sono stato male, mi son venute nuovamente delle vibrazioni e extrasistoli e siccome mi girava la testa e mi sentivo poco bene la mia ragazza ha insistito perchè io mi recassi al prontosoccorso. Così mi hanno fatto entrare subito e mi hanno prima misurato la pressione (max 130, min 70) e poi attaccato una "pinza" ad un dito che mi misurava il battito del cuore. Mi hanno fatto un ecg basale subito e le riporto i dati:

Freq. Vent 60 bpm
Int PR 135 ms
Dur QRS 89 ms
QT/QTc 378/378 ms
Assi P-R-T 64 68 66

Ritmo Sinusale
RSR (QR) IN V1/V2 COMPATIBILE CON DISTURBO DI CONDUZIONE DESTRO
SOPRASLIVELLAMENTO DI ST, PROBABILE RIPOLARIZZAZIONE PRECOCE (SOPRASLIVELLAMENTO DI ST CON ONDA T NORMALE)
ECG AI LIMITI DELLA NORMA
REPORT NON CONFERMATO

Il medico che ha guardato l'ecg ha detto che non sono riusciti a beccare extrasistoli, ma che comunque non c'è nulla di cui preoccuparsi secondo lui, che è normale, che era tutto nella norma. Mentre mi facevano l'ecg io sentivo tuttavia la vibrazione, devo dedurne che non centra col cuore?! Hanno aspettato ancora nell'attesa che mi venisse un'extrasistole, me n'è venuta una ma non mentre faceva l'ecg solo mentre monitoravano il battito, ma poi han detto che non c'era nulla di che e mi han lasciato andare dicendo di stare tranquillo. Alla fine l'infermiera mi ha persino chiesto se facessi molto sport perchè è risultato che ho una frequenza cardiaca più bassa della norma (è un bene?). Lei che ne pensa dell'ecg? La ringrazio.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Tutto perfettamente normale, se ha avuto la sensazione di "vibrazione" durante l'esecuzione dell'ECG, che poi è risultato normale, è senz'altro indicativo di una sua componente ansiogena.
Stia sereno, il suo cuore è perfettamente normale.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Così mi è parso, però è possibile che l'ansia crei tutto questo?! Le pongo un ultima domanda, ringraziandola infinitamente per la disponibilità.
Tutti questi problemi non mi son passati ormai è da 3-4 giorni che vado avanti mattino e sera e notte ad avere extrasistoli qua e là, aritmie, e vibrazione. Ieri sera mentre mi stavo per addormentare e non stavo assolutamente pensando al mio problema hanno iniziato come ha pulsarmi veloce le mani e gli occhi, e quasi avevano degli scatti muscolari da soli a ritmo con la pulsaizone è difficilissimo da spiegare onestamente però è come se il cuore battesse rapidissimamente, io l'ho sentito e non mi dava quest'impressione, l'unica cosa strana è che il polso era meno "forte" si riusciva a captare di meno la pulsazione e non si capiva bene. La domanda è questa, c'è un modo, sentendo il polso, per capire se c'è in corso qualcosa che siano extrasistoli o fibrillazione ecc.? Ho letto su qualche forum di persone che sentendo il polso capiscono se sono sotto aritmia, o fibrillazione...Almeno so se devo preoccuparmi per davvero o se è solo l'ansia...Anche se sono convinto che ieri sera l'ansia centrava poco...Ho letto che persone affette da gastriti e reflusso o ernia iatale possono avere extrasistoli e addirittura attacchi di fibrillazione o aritmie. Io effettivamente ho una gastrite leggera che mi è stata trovata con una gastroscopia tre mesi fa e che sto curando, e soffro di reflusso che mi è stato diagnosticato due anni fa dovuto a delle posture scorrette che mi comprimono il diaframma...