Utente 210XXX
cari dottori, il mio è un problema sia fisico sia psicologico.
inserisco qui la domanda perchè credo una volta passato il disagio fisico vada via anche quello psicologico.
sono un ragazzo molto carino di 24 anni con un viso molto giovane e un fisico sportivo dovuto al nuoto, sport da sempre praticato.
sia alle medie sia alle superiori dimostravo sempre 2 3 anni di meno e come ben sapete le ragazze durante gli anni scolastici cercano sempre il ragazzo "più grande". inoltre non ero molto curato e quelle pochissime volte che ci provavo (sono molto timido) ho ricevuto pochissimi rifiuti.
poche richieste, implicano pochi rifiuti ;-)
alle scuole superiori non è cambiato molto e mi sono chiuso sempre di più.
oltre ad essere molto chiuso sono anche molto selettivo....
mi piacciono esclusivamente le ragazze che hanno un viso ed un fisico molto gradevole e questo ovviamente non basta, devono anche "avvicinarsi" loro (fare il primo passo) e dopo qualche settimana di conoscenza devo trovare in loro il lato dolce, quello simpatico e quello intelligente. solo allora le farfalle avranno il via libera per scorrazzare nello stomaco.
dopo tutto questo tempo e all'assenza di una mia reazione, (sono freddo da far schifo) le ragazze (quelle poche con cui ho avuto a che fare) sono subito scappate per le mie inadempienze e per i miei tempi lunghi.
adesso ho 24 anni e c'è un ragazza bella simpatica a cui credo di piacere e la ragazza in questione è bella simpatica solare ecc.
ho una immensa paura di...... perchè a 24 anni ho saltato tutti i passaggi importanti della vita sessuale di un adolescente.
ho una fimosi serrata e sono anche un discreto formatore di cisti sebacee sullo scroto..... aggiungiamo tutto questo alla mia timidezza ed il cocktail è completo.
la mia timidezza comprende anche parlare apertamente ai miei genitori dei miei due problemi fisici e la visita e la futura operazione da un andrologo...
sono anche molto preoccupato perchè quando mi capita di masturbarmi, raggiungo l'orgasmo in pochi minuti (da 2 a 5) alle volte anche in poche decine di secondi.
vi prego, ditemi che tutto questo è dovuto alla fimosi serrata e alla iper sensibilità del glande.
come avrete ben capito, ho una immensa paura di frequentare questa ragazza perchè ho saltato tutti i passaggi intermedi e capirebbe subito che non ho mai baciato una ragazza risultando lo sfigato di turno ed inoltre ovviamente prima vorrei curare la mia fimosi e le mia inestetiche cisti sebacee.
non so neanche io che risposta mi aspetto di sentire dopo ciò che ho scritto.
vi inoltro cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,mi sembra sia giunto il momento di bypassare la timidezza e di risolvere sia il problema della fimosi che delle cisti anestetiche.Tutto il resto e'...poesia e,come vede,non porta a nessun progresso.Consulti il curante e si attivi.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo, fermo restando che sia d'obbligo risolvere le problematiche della fimosi senza ulteriori indugi, io ritengo sia un fortissimo limite non "buttarsi" nella storia con questa ragazza che Le piace davvero tanto per paura di superare le Sue paure.
Non crede che tali paure potrebbero rafforzarsi ancora di più se aspetta?

Eventualmente, se la cosa La turba, potrebbe approfondire all'interno di una psicoterapia come mai non ha avuto delle storie in passato. Questo però non deve essere una limitazione per Lei, eventualmente può aiutarLa in futuro a non mettere in atto gli stessi schemi comportamentali e cognitivi (che sembrano un po' rigidi).

Saluti.
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
psiche e soma vanno di pari passo, attenzionando e risolvendo le problematiche organiche, si predispone più serenamente alla possibilità di risoluzione di quelle psichiche e relazionali.
Cari saluti