Utente 146XXX
Salve Dottore
Sono un ragazzo di 29 anni, quando ero piccolo all'incirca 6 anni mi è stata riscontrata tramite il prick test un'allergia agli acari della polvere e al pelo dei gatti (quest'ultima in forma minore), dopo qualche anno di cure con il vaccino sublinguale ho risolto i miei gravi problemi d'asma totalmente.
Intorno ai 16 anni ho iniziato a fumare per diverso tempo non ho avuto problemi di alcun tipo per quanto riguarda l'asma, intorno ai 26 anni di colpo si sono ripresentati i problemi, ho smesso di fumare e dopo aver rifatto il prick test è stata riscontrata nuovamente un'allergia agli acari, ho ricominciato su indicazione del medico specialista il vaccino sublinguale.
Dopo il primo anno e mezzo di cure (con il vaccino sublinguale)la situazione è migliorata, alternavo momenti in cui respiravo abbastanza bene ad altri in cui avevo il fiato corto ma senza un bisogno eccessivo di un broncodilatatore anzi lo usavo di rado, con il secondo anno di vaccino la situazione è peggiorata. Negli ultimi mesi, sempre su consigli dello specialista, mi è stato prescritto l'Alvesco(ciclesonide) 1 erogazione al giorno ogni giorno, ma la situazione non è migliorata anzi ogni tanto peggiora, mi ritrovo a dover utilizzare spesso il ventolin e spesso ho delle vere e proprie crisi d'asma cosa che prima non mi si presentavano quasi mai. Nei prossimi mesi completerò il terzo anno di vaccino sublinguale, volevo cortesemente chiedere:

Perchè questo peggioramento dopo i primi anni positivi di cure con il vaccino???

L'Alvesco può in alcuni casi accentuare l'asma?????

Perchè quando avevo sei anni sono riuscito a risolvere il problema e adesso no????

Chiedo scusa per essermi dilungato e la ringrazio anticipatamente per le risposte e la disponibilità che la contraddistingue.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
SE IL PAZIENTE E' ALLERGICO A PIU' DI UN ALLERGENE E' BENE FARE IL VACCINO A PIU' SOSTANZE E IN MODO SEPARATO. E' QUINDI DA VALUTARE A COSA E' SENSIBILE E SE IL SOLO VACCINO PER ACARI E' SUFFICIENTE. UN CORTISONICO PER VIA INALATORIA IN GENERE NON DA EFFETTI COLLATERALE MA PUò ESSERE INSUFFICIENTE IL DOSAGGIO, TRATTANDOSI L'ASMA DI UN INFIAMMAZIONE CHE NON ESSERE ADEGUATO.