Utente 211XXX
Sono una figlia che scrive per avere un aiuto-consiglio per mia madre (ora ha 61 anni) che fin da ragazza ha sofferto di calcolosi renali (ossalati di calcio) fino a portarla alla formazione di un calcolo a stampo che nel 2002 è stato rimosso (calcolo a stampo) in parte con intervento tradizionale, l'altra parte è rimasta giacente nel calice superiore(mi hanno detto all'epoca che togliere anche quel pezzo significava togliere tutto il rene).Da allora ha fatto bombardamenti ed è stata anche nefrostomizzata per un periodo, poi la situazione migliorò poco a poco (anche se ovviamente la funzionalità di quel rene era ridotta. Negli anni aveva coliche renali legate a quel rene ma sporadiche, ma da un anno e mezzo sono state sempre piu' frequenti (quasi ogni 15 gg) saliva febbre e quindi oltre alle flebo con antidolorifici ricorreva anche a antibiotici per infezione delle vie urinarie....Fino a qualche 20 gg fa , in cui la colica non passava, ricoverata d'urgenza (purtroppo non dal medico che la segue perchè non effettua medicina d'urgenza...)per idronefrosi dx ...i medici mi hanno riferito che c era pus e quindi hanno dovuto praticare nefrostomia percutanea dx.
E' stata dunque dimessa con :"diagnosi di iropionefrosi destra, ematuria,sepsi urinaria, ipertensione arteriosa.Ha praticato pielografia discendente trans-nefrostomica che ha evidenziato una notevole riduzione della quota corticale a destra ed una stenosi serrata dell'uretere pelvico.Esce con nefrostomia dx in attesa di intervento di nefrectomia dx".
A parte mi hanno consigliato di ripetere la scintigrafia (l'ultima l aveva fatta un anno fa)di cui scriverò il referto appena l'avrò, e la creatinina clerance sia vescicale che nefrostomica :
- Risultati vescicali:
Creatinina (sangue) = 0,79 mg/dl (donna 0,6 - 1.1)
Clerance della creatinina 56,3 ml/min (donna 59-151)
Diuresi 2400 ml
-Risultati da catetere nefrostomico:
Creatinina (sangue) = 0,79 mg/dl (donna 0,6 - 1.1)
Clerance della creatinina 7,9 ml/min (donna 59-151)
Diuresi 850 ml

ps.il rene sx ha avuto in passato dei bombardamenti per calcoli formatisi..
Quello che mi chiedo è...dopo la nefrectomia...è a rischio dialisi?il rene sx è in grado di "lavorare" per due?o già lo fa?deve seguire una dieta particolare??cosa deve evitare?puo' fare qualcosa preventiva per evitare la formazione di questi calcoli di ossalato al rene "buono"?
Vi prego in una risposta a queste mie domande...ha sofferto tanto negli anni e io ho tanta paura, in piu' purtroppo non ho mai trovato medici con cui si possa porre un dubbio e parlarne serenamente, con cui si possa avere un confronto e che mi dicesse la cosa piu' giusta da fare...spero che qui questo avvenga :(
grazie infinite ....aspetto con ansia :(

n.b. riporto alcuni valori delle analisi recenti:
azotemia 42 mg/dl; glicemia 71 mg/dl;creatininemia 1,19 mg/dl, sodio 137, potassio 4,2; cloruri 104; calcio 11,2; sodio 138; acido urico 4,0.
[#1] dopo  
Dr. Piero Mignosi
24% attività
12% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gent.Utente,
nel comprendere lo stato di apprensione da Lei vissuto per le condizioni cliniche riferite della propria mamma,preso atto di quanto da Lei evidenziato circa le condizioni cliniche attuali della stessa,ritengo che quanto già suggeritole dai Colleghi (nefrectomia dx)possa rappresentare l'approccio più corretto, anche tenendo conto dei valori di clearance rene dx riferiti (7,9 ml/min),quindi severamente compromesso dal punto di vista funzionale.
Al momento,per quanto riguarda il rene sx,gli indici di funzionalità renale da Lei riferiti non destano preoccupazione (cl.creatinina 56,3 ml/min; creatininemia 0,79 mg/dl).
E' evidente che, successivamente alla proposta nefrectomia dx,sarà opportuno un attento monitoraggio clinico nefrologico al fine di meglio tutelare la "salute" del rene sx nel corso dei prossimi anni.
Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Caro Dott. Mignosi,
innanzitutto La ringrazio per avermi risposto..
...Le vorrei chiedere qualche consiglio vista la Sua disponibilità...: è opportuno che in seguito faccia seguire mia madre da un urologo o da un nefrologo ?
per monitoraggio clinico Lei cosa intende?
Avrebbe dei consigli alimentari da darmi ?
Ci sono degli alimenti o non so cosa per evitare l addensarsi di ossalati di calcio nell urina?
e infine...quanto tempo puo' tenere la nefrostomia?(i tempi di attesa per la nefrectomia pare si prolungano ahimè :( )
Mi scusi per le tante domande che le ho posto...ma Le sarei infinitamente grata se mi rispondesse...
Grazie...