Utente 211XXX
BUONGIORNO,sono un uomo di 44 anni sposato e con 10 figli,voglio precisare che sino all'inizio di questo anno stavo benissimo e non ho mai preso caffè e la mia alimentazione e basata dal 80% di pane.è PESAVO 117 KG E SONO ALTO 1,80 Cm.
Allora dall'inizio di quest'anno ,ho smesso totalmente di mangiare pane ed ho iniziato a prendere il caffè(due tazzine al giorno dopo i pasti)e vedevo che le mie prestazioni lavorative in campagna erano notevolmente migliorate ma,a Marzo di quest'anno ho iniziato ad avere dolori atroci nel basso ventre che si spostavo dietro alla schiena,e mentre prima andavo spesso al bagno con numerose scariche(al giorno più di tre) ora non andavo quasi più(un giorno si ed uno no),il dolore era fortissimo mi piegavo su me stesso.
dopo la terza volta che il dolore mi colpiva a distanza di quaranta giorni,mi reco in ospedale,ove mi hanno fatto un esame dell'urina ed una ecografia mi hanno diagnosticano colica renale DX e dopo avermi prescritto toradol e di bere molto + un integratore a base di una pianta detta spaccapietra,inotre di fare delle radiografie diretta reni e vescica.Proprio ieri ho avuto i risultati: ombre renali in sede di volume ed a contorni regolari non apprezzabili formazioni radiopatiche lungo la presunta proiezione delle vie urinarie escretrici.LA MIA DOMANDA COSA E POTUTO SUCCERE AL MIO ORGANISMO E COSA SIGNIFICANO I RISULTATI DEI RX.
Ora il mio peso e di 100KG circa.
[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

Non mi è chiaro cosa Lei intenda con la domanda "Cosa è potuto succedere al mio organismo". Apparentemente, sembrerebbe che la risposta sia "Lei ha avuto una colica ureterale" (qualcuno la definisce impropriamente "colica renale" ma il rene non è soggetto a coliche mentre l'uretere sì), risposta che ha già ricevuto dal Collega di Pronto Soccorso.

L'interpretazione dell'Rx equivale a: "Tutto sembra normale, non ci sono evidenti calcoli evidenziabili alla radiografia" (Non tutti i calcoli sono radioopachi anche se la maggior parte lo sono). Questo può significare, se la diagnosi era corretta, che 1) I calcoli sono già passati 2) I calcoli sono radiotrasparenti 3) Era solo uno o più coaguli (non grave se è un solo episodio, da indagare se si ripresentasse).
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la sua chiara e pronta risposta,ora mi sento molto meglio.