Utente 912XXX
Mi scuso per la futilità della domanda, ma desideravo sapere se, essendo infartuato nel 2002, stabilizzato con buono valori complessivi, compresi quelli pressori (80/120), se mi è preclusa la possibilità di utilizzare funivie in montagna o se, con le dovute cautele posso farlo. Premesso che amo la montagna e dal 2002 non sono più salito su funivie. Desidererei tanto salire su quella del monte Baldo che ha un dislivello complessivo di 1650 m (partenza da 70m slm) con un tragitto di 4.325 m che si compie in 10 minuti (diviso in due tronconi. Il tutto in un giorno partendo in macchina da Ferrara dove abito. Attualmente ho la seguente terapia: quarq 2,5 x2, sivastin 10 1cp, cardioasa 1cp. e sto bene.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non ci sono controindicazioni, tenendo conto che uno sforzo in altituidne significativa ( oltre i 2000 metri) sottopone un cuore ad un lavoro maggiore che lo stesso sforzo a li,vello del mare.
Detto questo non vedo motivo di preoccu,l'azione se impiega le funivie.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 912XXX

Iscritto dal 2005
Molte grazie per la sollecita risposta, la saluto cordialmente.