Utente 417XXX
Gentili Professori,
da circa 2 anni sento un fastidio, un gonfiore sotto i testicoli (tra i testicoli e l'ano), inoltre spesso (una volta sì, una volta no all'incirca) lo sperma esce col sangue (emospermia). Gocciolamento urinario terminale. Sono seguito da un dottore che mi ha fatto fare varie volte l'antibiogramma, lo spermiogramma, l'uroflussometria, spermiocultura per germi comuni, anche eco prostatica transrettale, eco testicolare, uretrocistoscopia (quell'ultima è stata dolorosa e , secondo il dottore che l'ha eseguita, inutile). Ultimamente ho fatto anche l’esame PSA.
Comunque tutto negativo. La visita del novembre 2006 era: "clinicamente: lieve ipoplasia del testicolo sx, prostata aumentata di volume per l'eta (avevo 35 anni), congesta, secreto giallastro al massaggio
Ho seguito le cure con vari antibiotici: LEVOXACIN 500, PERMIXON 320, MICTASONE.
Durante la visita del 30/10/2007: prostata piccola, uretra pervia.
Prescritto: KERAFLOX 600
Il problema persiste! :(
Sono disperato.
Cosa devo fare? Forse mia moglie deve fare degli esami?

Grazie e distinti saluti.
Buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
l'emospermia (la presenza cioè di sangue nel liquido seminale)
è una evenienza relativamente frequente. Nonostante la "drammaticità"
del sintomo, nella stragrande maggioranza dei casi, esso non è indicativo di malattie di particolare impegno. Spessissimo è riconducibile a
fatti infiammatori a carico della prostata e/o delle vescichette
seminali (ma a volte non si riesce a mettere in evidenza alcuna causa che possa essere responsabile della situazione). Inoltre c'è da considerare che questo sintomo tende
a ripresentarsi a distanza di giorni, settimane od anni dalla
prima manifestazione. Il collega che la sta seguendo, a mio
modesto avviso, sta lavorando molto bene e quindi lo segua con
serenità e fiducia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
caro signore, +come detto l'emosoermiia con la negetività di tutti gli esami a cui è stato sottoposto può essere causata da una prostatite.
per curare la prostatite è importante agire sulla causa che l'ha scatenata e non solo sulla sintomatologia in fase acuta
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
anch'io concordo con le osservazioni del collega Giambersio.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#4] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Conordo con il dott.Giambersio. In questi casi è utile includere nella cultura del liquido seminale oltre la ricerca dei germi comini anche quella per Mycoplasma e Chlamydia T., quest'ultima possibilmente con PCR.
[#5] dopo  
Utente 417XXX

Iscritto dal 2007
Egregi Professori,
Vi ringrazio per le vostre risposte.

Adesso devo fare di nuovo la spermicoltura. Semmai chiederò di fare le analisi consigliate dal Dott. Sergio Longhi.

Volevo sapere tramite quale esame normalmente viene scoperta la causa della prostatite?
Distinti saluti e grazie di nuovo!
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
purtroppo non esiste un esame che scopre "la prostatite" . La diagnosi è fatta sempre su una valutazione clinica complessa e diretta che purtroppo è impossibile fare attraverso una semplicwe e-mail.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org