Utente 109XXX
buongiorno
da un po' di tempo, qualche volta, non riesco ad evere un'erezione al secondo rapporto...
nel primo rapporto, con la partner attuale, le cose vanno bene... ma essendo lei molto lunga nell'arrivare all'orgasmo, anche piu' di mezz'ora, il tempo di ripresa si e' allungato di molto, e alle volte, anche sotto stimolazione da parte sua, non riesco a raggiungere la consistenza desiderata.
dicoamo che i ns rapporti avvengono sempre la sera, magari a fine giornata stressante e stanchevole....
ho 40 anni e prima non ho mai avuto di questi problemi....
prendo una pillola per la pressione coaproavel in dose piccolissima... e haime' un po' di trigliceridi alti....
forse non sono abbastanza attirato dalla mia compagna?
in passato ho avuto tanti rapporti occasionali.... ma non ho mai avuto problemi...
cosa mi consigliate?
puo' dipendere anche dalla volonta' di ottenere la consistenza ottinmale che invece ottengo il contrario?

saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il periodo refrattario si allunga con l' età fisiologicamente, ovvero il presenza di patologia. Pertanto dapprima le consiglierei di valutare lo stato di salute organica relativa all' erezione, in base a quello ci si regola poi per i passi successivi.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Signore,
oltre alle preziose inforanzioni ricevute dal dr.Cavallini, mi sento di aggiungere una riflessione psico-sessuologica.
I rapporti occasionali, seguono percorsi sia per coinvolgimento che per capacità di eccitazione, totalemnete differenti da quelli ortodossi,abitano luoghi mentali differenti ed altri, i primi invece vengono spesso consumati a giornata conclusasi, con il rischio di essere rapiti da stanchezza e sonno.
Un secondo rapporto non mi sembra obbligatorio, perchè vautare la sfera della sessualità in termini quantitativi e non qualitativi?
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la possibilità di avere una valida erezione in tempi brevi dopo un orgasmo, tende ad allungarsi con il passare del tempo. Si tratta del "periodo refrattario" periodo necessario perchè certe funzioni chimiche dell'organismo possano essere di nuovo in grado di attivare una erezione, questo tempo refrattario tende ad allungarsi con il passare degli anni e potrebbe essere modificato in pazienti che soffrono di iniziali problemi circolatori (coaprovel...)che potrebbero interferire con le funzioni erettili.
veda www.andrologiaroma.net
Potrebbe consultare un andrologo