Utente 148XXX
Buonasera.

Da un paio d'anni avevo una cisti tendinea al polso destro (la diagnosi è stata fatta dopo un'ecografia). Nel referto si parla di "formazione cistica del diam di 23 x 19 x 8,3 mm, la quale comunica in parte con i piani profondi pur non arrivando all'articolazione radiale carpica, riferibile in prima ipotesi a cisti della guaina dei tendini estensori lungo e breve del carpo".

Poco fa, avvertendo un leggero fastidio al polso, ho controllato e la cisti è sparita, come se fosse 'scoppiata' (infatti tastando dove si trovava la cisti mi pare di avvertire una zona un po' molle).

Devo preoccuparmi? E' necessario fare un controllo oppure il materiale che costituiva la cisti verrà riassorbito?

Grazie e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

no, trattandosi probabilmente di un Ganglio Artrogeno e non di una vera e propria cisti (è in pratica un'ernia dell'articolazione del polso, a cui è collegata tramite un canalino attraverso il quale il liquido sinoviale può passare alternativamenta dal polso all'esterno oppure anche in senso contrario), l'ipotesi più probabile è che il liquido sinoviale contenuto nella "cisti" sia semplicemente rientrato tutto o in parte) all'interno dell'articolazione.

Non si illuda: con i movimenti di flesso-estensione del polso, il liquido probabilmente riprenderà la strada verso l'esterno e gonfierà nuovamente il "palloncino".

Cordiali saluti.