Utente 134XXX
Buongiorno,il 21 gennaio scorso ho subito un intervento di isteroscopia operativa per la rimozione di un polipo all'utero, in anestesia generale, in regime di Day hospital. Avevo già affrontato un altro intervento, sempre all'utero, e sempre in anestesia generale,da cui non avevo avuto nessun problema. In seguito all'intervento di gennaio ho avuto una serie di reazioni che riesco ad imputare soltanto agli effetti dell'anestesia, ma non so se a torto o a ragione. In particolare, una mia lieve intolleranza al latte è diventata più acuta, a volte ho bruciori di stomaco quando bevo il caffè e, cosa più strana e più fastidiosa, sono diventata estremamente sensibile agli odori: sento gli odori in maniera molto più marcata di chi mi sta intorno ed alcuni odori (in particolare quelli di alcuni cibi, come sughi o cibi fritti, ma mi è accaduto anche con un profumo) mi causano forti nausee.
Scrivo quindi per sapere se quello che mi sta succedendo è effettivamente collegabile agli effetti dell'anestesia e come potrei risolverlo ( il chirurgo mi disse, a suo tempo, che l'anestesista della clinica dove mi sono operata "calcava molto la mano" con i dosaggi).
Ringrazio infinitamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, anche se il collega anestesista le avesse somministrato un sovradosaggio di farmaci (non capisco su che base possa dire una cosa del genere il chirurgo), le ripercussioni sarebbero state immediate e di ben altra natura.
Quanto lei accusa adesso non ha alcun rapporto coi farmaci della anestesia, ormai da tempo non più presenti nel suo organismo. Spero di essere stata esauriente.
Un saluto.