Utente 211XXX
Buongiorno,
vorrei chiedere un consulto per un problema che mi assilla da ormai 3 anni, che non riesco a risolvere e che mi sta letteralmente facendo impazzire.
Ho 48 anni (uomo) e circa 3 anni fa ho cominciato ad avere un fastidiosissimo senso di rimbombo nella testa, come quando si hanno le orecchie chiuse dall'acqua o dal cerume e non mi è più passato neanche per un momento. Per farla breve, ho consultato più di 4 specialisti in otorinolaringoiatria, ma nessuno mi ha saputo dare una soluzione definitiva a questo problema. Uno mi ha detto che potrebbe dipendere da uno scarso flusso linfatico della nuca, un altro mi ha detto che è un problema di tensione nervosa dei muscoli della nuca, un altro che dovrei mettere il byte di notte. Premetto che mi hanno fatto tutti gli esami del caso, compreso l'endoscopia dalle narici. I canali auricolari sono pulitissimi e con nessun problema, come anche il setto nasale e la trachea. L'esame audiometrico è quasi perfetto, cioè i timpani non hanno niente anche se però io ci sento poco.
Il problema è che mi rimbomba in continuazione la testa. L'impressione è quella di avere la testa e le orecchie piene di acqua. Sento tutto ovattato e quando parlo mi sembra di avere un martello nella testa. Non posso più appoggiare il cellulare all'orecchio perchè quando sento parlare è come avere uno spillone che mi buca il timpano. E' come quando hai assistito ad un concerto a tutto volume e sei tutto rintronato.
Devo continuamente compensare chiudendomi il naso e soffiando, ma non succede niente. Non riesco a mai a sbloccare questo rimbombo, anzi se compenso troppo mi gira molto la testa e mi vengono addirittura dei capogiri.
Ho continuamente come un senso di confusione fastidiosissimo e quando a volte aumenta molto mi fischiano anche le orecchie. Quando corro per fare jogging è un continuo martellamento nella testa.
Non prendo farmaci a parte mezza pastiglia di ZOLOFT al giorno da 4 anni e 4 pastiglie da 1 gr. di OMEGA 3 al giorno.
Questo problema potrebbe per caso dipendere da qualche allergia o intolleranza alimentare? Tipo carboidrati? Non so più cosa pensare.
Ho provato anche con un osteopata e con un massaggiatore ed entrambi mi hanno detto, dopo ripetute e costosissime sedute, che non sanno cosa fare.
Mi chiedo se sono questi i passi da gigante della medicina moderna?
Prometto un monumento in Piazza del Duomo a Milano a chi mi risolve questo problema... e magari anche qualche cosa d'altro di più allettante!
Rispondetemi per cortesia.
Vi ringrazio anticipatamente tutti.
Buona giornata a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Ruosi
28% attività
0% attualità
4% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Provi a eliminare qualsiasi tipo di pillola o se proprio non riesce sostituisca con qualcosa di diverso dopo essersi consigliato con il suo medico a cui chiederá anche una terapia disintossicante. Adotti una dieta senza sale per un pò ed eviti sforzi fisici troppo pesanti. Dopo un paio di settimane se ne riparla.
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio moltissimo per la sua tempestiva risposta Dott. Maurizio Ruosi.

La informo che sono ormai più di 20 anni che ho adottato una dieta iposodica. Non uso quasi mai il sale e quando lo uso, prendo quello iposodico in dosi microscopiche.
La mia pressione è stabile sui valori 120 - 80.

Non pratico sport troppo pesanti... vado a correre ogni tanto e gioco a calcetto un paio di volte alla settimana. Niente palestra o simili.
Comunque anche dopo l'esame elettrocardiografico sotto sforzo, mi avevano consigliato di evitare sport di potenza esplosiva.

Per quanto riguarda le pillole di Zoloft, mi dispiacerebbe moltissimo dovervi rinunciare, in quanto da quando le prendo sto da Dio!
Quello che ho notato è che se mi dimentico di prenderle per 2 giorni, comincio ad avere dei capogiri e una sorta di mancamento, come quando sta per venirti la febbre alta con relativi tremolii.
Appena riprendo una pastiglia, nel giro di 2 ore mi passa tutto.

Lei crede che le pastiglie di Omega3 possano dare problemi?
Non mi sembra ci siano controindicazioni in merito... anzi!

L'unica cosa che mi sono dimenticato di aggiungere nel mio esposto iniziale è che purtroppo da un pò di anni ho cominciato il brutto vizio di soffiarmi forte il naso quando sono sotto la doccia o quando mi lavo la faccia, per pulire bene le narici alla mattina. Infatti quando mi sveglio ho quasi sempre del muco nel naso e devo liberarmi in questo modo. Non vorrei che facendo così, il muco o catarro vada a infilarsi in qualche canale strano.
Non so... mi dica lei!

La ringrazio infinitamente.
Buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Ruosi
28% attività
0% attualità
4% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Sicuramente soffiare con violenza è sbagliato e potrebbe essere alla base dei suoi problemi. Deve evitarlo e farsi consigliare qualcosa per non avere quei fastidiosi 'catarri'