Utente 164XXX
Ho 34 anni, ieri ho eseguito un'ecografia della tiroide perchè dagli esami del sangue gli anticorpi tiroidei erano alterati,riporto i valori:
Ab anti tireoglobulina 75 u/ml (0,00-40,00); Ab anti perossidasi 181 U/ml (0,00-35,00); TSH 4.8 mcUI/ml (Eutir. 0.25-5); FT3 4.9 pmol/l (4.00-8.30); FT4 12 pmol/l (9.00-20.00); Tieroglobulina 1 ng/ml (1.00-55.00); Beta 2 microglobulina 1,3 mg/dl (0.70-3.40).
Referto ecografia:
"L'esame ecografico, eseguito con sonda lineare da 10 MHz, ha evidenziato una tiroide in sede, di dimensioni nei limiti della norma (DAP lobo destro 15mm, DAP lobo sinistro 13mm). I livelli degli echi sono di intensità ridotta. La superficie è finemente irregolare.
L'ecostruttura è diffusamente disomogenea come per tiroidite cronica.
Al terzo superiore di sinistra si osserva un nodulo parzialmente calcifico di mm 5.
Trachea in asse.
In sede sottotiroidea e laterocervicale sono presenti alcuni piccoli linfonodi reattivi."

Mi piacerebbe avere un parere sull'esito dell'ecografia e un chiarimento sul significato di "nodulo parzialmente calcifico". A tutto volevo aggiungere che da un anno circa soffro di abbondanti sudorazioni notturne, tachicardia, disturbi intestinali, astenia e febbricola serale (anche se non sempre)....può dipendere dal mal funzionamento della tiroide?
In attesa di una risposta ringrazio e saluto cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Lei domanda chiarimenti a proposito della Sua ecografia: il quadro descritto è quello di una tiroidite di vecchia data, probabilmente cronicizzata e che tenderà col tempo (ma in MOLTO tempo di solito) a produrre un progressivo ipotiroidismo che oggi si può tranquillamente curare rimpiazzando l'ormone.

Il nodulo parzialmente calcifico è, probabilmente, un nodulo colloide o infiammatorio (bisognerebbe vederlo) e, in entrambi i casi, innocuo e non sorprendente nel contesto dell'ecografia e del quadro clinico che Lei acclude.

I sintomi cui Lei accenna sono compatibili con tale quadro ma non esclusivamente di quello.
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottor Benci,
la ringrazio per la celere risposta, ho già fissato un appuntamento per una visita endocrinologica, ma grazie alla sua esauriente risposta andrò sicuramente più tranquilla. So che i sintomi che presento, sono compatibili con altre problematiche, ma dopo diversi accertamenti, tra cui una biopsia ad un linfonodo inguinale, al momento è stata esclusa una patologia più seria, per cui probabilmente dipendono dal mal funzionamento della tiroide.
Grazie.
Cordiali saluti.