Utente 119XXX
Gent.mi,

sono una ragazza di 29 anni, dall'anno scorso mi succede, a periodi, di soffrire di una sorta di fame d'aria. Non mi sembra che ci sia un andamento preciso, ed ho la sensazione che sia legato solo a periodi in cui sono più stressata. Essendo però io una persona ansiosa e un po' ipocondriaca, mi è venuta di recente la preoccupazione che possa essere un problema cardiaco. Mi sono fatta visitare da mio padre, che è medico, che mi ha ascoltato il cuore e misurato la pressione non trovando nulla di strano. Li per li mi sono tranquillizzata, ma di recente, dopo un periodo di alcuni mesi di tranquillità, il problema si è ripresentatao e sono di nuovo preoccupata. Di fatto la dispnea va e viene lungo la giornata, di notte solitamente dormo bene, anche se mi è capitato un paio di volte di svegliarmi con la sensazione di avere il naso tappato, ma poi mi sono riaddormentata subito. Aggiungo che vado in palestra o a correre due volte alla settimana, senza problemi particolari di respirazione, anzi, solitamente dopo l'attività fisica sto meglio. Soffro di leggero reflusso e allergie stagionali ai pollini, leggere anche loro. Può trattarsi di un problema cardiaco o è più facile, come mi dice mio padre, abituato alle mie preoccupazioni, che sia un problema tutto nella mia testa?
Grazie della gentilezza.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
In linea di massima, e basandomi solo sul Suo racconto, mi sento di dar ragione a Suo padre. Inoltre, se a Suo padre fosse rimasto qualche dubbio sulla salute del Suo cuore dopo averLa visitata, avrebbe senz'altro provveduto a richiedere una consulenza specialistica in tal senso.
Stia pure tranquilla.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dottore per la sua risposta celerissima. Vedrò di fidarmi di mio padre allora! Cordiali saluti