Utente 211XXX
Salve. Sono un uomo di 45 anni, 74 kg 180 cm SC 19 mq2. 4 anni fa, casulamente, riscontro con ecocardiogramma prolasso della valvola mitralica con aspetto "floppy" e rigurgito meso telesistolico di grado moderato (3+/4+). Dall'ultimo esame del 15.06 us leggo: aorta radice 34 mm radice e segmenti esplorati di normali dimensioni. Cuspidi sottili, mobili. Atrio sx 38 mm normali dimensioni (area 20 cm2). Apparato mitralico lembi ispessiti e prolassanti in meso telesistole. Ventricolo sx dtd 50 mm dts 30 mm FS 40% SIV 10 mm PP 10 mm R/S 2.5 vtd 129 ml vts 45 ml EF 65% cavità di normali dimensioni con conservato spessore e cinesi parietale. Sezioni dx nella norma. Pericardio normale ecostruttura. Fase diastolica nei limiti; S/D 46%; non segni di aumentata PAPs derivata. VCI non dilatata. Non segni di aumentate pressioni del piccolo circolo; AS nei limiti superiori; non dilatazione sezionale sx; iniziali segni di aumentate pressioni di riempimento ventricolare. Pressione 130.90
Sono in cura sin dall'inizio con Ramipril 2,5 mg 1 compressa al mattino, mezza la sera, ben tollerate, per tenere sotto controllo la situazione. Il cardiologo consiglia intervento chirurgico di riparazione della valvola mediante plastica mitralica.
Vorrei un parere sulla fattibilità percentuale dell'operazione di riparazione, facendo l'operazione adesso, in quanto la sostituzione della valvola, con le conseguenze che comporta (cumadin, etc.) preferirei posticiparla.
Se possibile, un parere sul metodo "Mitraclip".
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
Mi sembra un po affrettato parlare di intervento chirurgico. Dall'eco non c'è indicazione. Se è asintomatico non vi è nessun motivo per fare l'intervento: l'insufficienza non è severa, l'atrio sn non è dilatato, il ventricolo sn è normale e non c'è ipertensione polmonare.
Per quanto riguarda la mitra-clip: si tratta di una metodica agli inizi, ed al momento è indicata in persone anziane, spesso con insufficienza da ischemia-dilatazione ventricolo sn e con alto rischio operatorio. Lei non rientra nell'indicazione, l'intervento sarebbe più sicuro ed efficace. Tenga presente che l'insufficienza viene spesso ridotta ma non eliminata; d'altra parte chirurgicamente sarebbe possibile completare il gesto con un'anuloplastica, che migliora il risultato. Ma questi discorsi credo siano prematuri per Lei.