Utente 120XXX
Salve,
le scrivo a seguito di una frattura scomposta a livello del mignolo della mano sinistra. La lesione è avvenuta a seguito di un trauma.
Credendola una botta non mi sono recata subito al pronto soccorso ma l'ho fatto solamente 15 giorni dopo l'avvenuto. Qui mi hanno diagnosticato una frattura scomposta con interessamento articolare a livello della base della falange intermedia. Il frammento è completamente staccato dall'osso. Mi hanno messo una stecca che ho tenuto per 15 giorni. Dopo un mese ho fatto un'ulteriore radiografia dove è risultata la frattura ancora presente, nella stessa posizione di prima se non più spostato il frammento. Ora mi hanno detto che l'unica opzione è operare. Volevo chiederle una cosa: in cosa consiste l'operazione? come avverrà l'allineamtno tra il frammento e la falange? qual'è il periodo post operatorio in seguito ad un intervento simile? Il dito reso immobile? potrò lavorare usando le restanti 9 dita?
La ringrazio.
Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

purtroppo è passato non poco tempo dal trauma: molto dipende da come il chirurgo riuscirà a ricomporre la frattura e quindi a ripristinare la forma originale dell'articolazione.

Se riuscirà a stabilizzare il frammento dislocato (ad es. con una microvite in titanio), potrà anche cominciare precocemente la mobilizzazione dell'articolazione I.F.P. e quindi prevenire quanto più possibile la rigidità articolare, vera incognita di queste lesioni.

Cordiali saluti.