Utente 733XXX
Buongiorno, afflitta dal problema di mio padre, anni oltre la settantina con IRC e valori di creatinina a 5.7 e azotemia sempre altissimi di pari passo, leggo con frenesia qualunque cosa relativa al tema della IRC.
So che non siamo animali da compagnia, ma ho letto e visto impiegare in campo veterinario su gatti fermenti lattici simbiotici (uso umano ma con dosaggio ridotto) e "sembrerebbe" anche con risultati interessanti per abbassare i livelli dell'azotemia e conseguentemente della creatinina.
"Sembrerebbe" inoltre che questi fermenti in più ceppi insieme (possibilmente oltre 6 diversi ceppi), aiutino ad eliminare parte delle scorie azotate per via intestinale. Alleggerendo in non so quale modo il lavoro dei reni, se nei gatti funziona, dato che per IRC altro non esiste che la dialisi (o la dieta che riduce l'assunzione delle proteine assunte e che cmq spesso non è sufficiente, oltrechè essere frustrante per chi la segue da tanto tempo-), e dato che i fermenti lattici credo non abbiano controindicazione di assunzione in caso di IRC perchè non provare ad impiegarli sull'uomo se sui gatti (che tutto sommato sono animali simili a noi) danno giovamento? In fondo i gatti non possono certo seguire diete aproteiche con il nostro rigore...
Prego voi gentili dottori di non ridere di questa mia, ma di rispondere quanto più seriamente possibile, non sono un gattofila ma una figlia molto preoccupata.
Grazie sin d'ora per chi mi vorrà rispondere, o se vorrete discuterne con i colleghi anche on-line. Io stessa vorrei che mio padre iniziasse a provare a prenderli se ci fosse anche solo un barlume di possibilità per farlo stare meglio.
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
A l'arte questi medicamenti di tipo veterinario, può elencare i farmaci che assume suo padre?
Quanti liquidi inoltre assume ogni giorno? Può indicare un valore Dell azotemia assieme a quello ella creatininemia, Dell potasemia, della sodiemia, della calcerai e della fosfatemia, e se possibile di una emogasanilisi in modo da poterle dare una risposta di una qualche validità?
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org