Utente 212XXX
Buona sera, sono una donna senza nessuna familiarità per dislipidemie, iperglicemie e ipertensione, anzi tutti in famiglia abbiamo sempre avuto i grassi nel sangue molto bassi, me compresa. Dalla cessazione del ciclo(due anni fa) ho visto il colesterolo arrivare da 150-160 a 208. Questo è appunto il valore trovato ieri, insieme a 45 di trigliceridi, 80 di HDL e, sorpresa delle sorprese, 105 di glicemia (l'anno scorso 80). A tutto questo si aggiunge steatosi epatica(sorpresa!) a transaminasi normali (Got 25, GPT 18, GGT 15). Pressione 115/70. Ho acquistato 7 chili di peso(ero sottopeso leggermente, di costituzione, e sono piccola di statura). Considerate che la mia dieta è molto povera di grassi, non mangio carne per scelta da 10 anni, non bevo latte e consumo latticini magri molto raramente, abbondo in frutta e verdura, non ho mai bevuto alcolici e non c'è dubbio che nell'ultimo anno ho mangiato molto di più per un aumento dell'appetito, ma sempre con grassi animali irrisori. Da un mese sono a dieta, e appunto queste analisi si riferiscono a dopo un mese di dieta (colazione con pane integrale e marmellata, spuntino frutta, a pranzo frutta e verdura o legumi con 1 cucchiaino di olio evo,a cena pesce magro e verdura in quantità.Assumo 2 grammi di acido ascorbico da molti anni perché mi accorcia incredibilmente i raffreddori e mi ha giovato moltissimo per l'herpes labiale di cui soffrivo.
Non so che pensare delle "tre sorprese"; d'altronde meno grassi di così non vedo come potrei assumerli. Secondo il mio medico di base l'aumento del colesterolo è "compensativo" per formare gli ormoni sottratti con la menopausa, e secondo lui i grassi immessi nella dieta sono troppo pochi:basterebbe un po' più di olio extravergine crudo o qualche noce per riequilibrare il tutto (ma la steatosi?). Sarei molto felice se qualcuno potesse chiarire quest'evenienza che un po' mi preoccupa. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
vi sono delle modifiche talvolta significative dopo la menopausa. Queste modifiche sono spesse volte graduali e non sempre della stessa "intensità" ed evidenza.Nei primi tempi, vi può essere un'alterazione del metabolismo, anche dei grassi.Quello che si consiglia è una buona attività fisica ed un'alimentazione sana (cosa che è già presente).Una dieta ricca in acidi grassi polinsaturi,fibre,sostanze antiossidanti (anche naturali),potrebbero aiutarla.L'attività fisica è poi fondamentale e si potrà alternare quella maggiormente "aerobia" con quella "anaerobia",in palestra ad esempio.Dei controlli vanno ovviamnete eseguiti,come ad esempio il dosaggio degli ormoni tiroidei.

In attesa di un suo riscontro, le invio cordiali saluti.