Utente 107XXX
Buongiorno.
Maschio, 61 anni a settembre. 1,75m per 82,5 kg. (persi 3kg nell'ultimo mese con massa muscolare di una certa consistenza.
Da sette anni in cura per ipertensione che fino a qualche giorno fà tenevo facilmente nei limiti (<120 e <80) con terapia basata su 5mg amlodopina al mattino e 50mg losartan la sera. Negli ultimi 10gg ho riscontrato un costante calo pressorio fino a valori <100 e <60 che si mantengono nelle varie misurazioni giornaliere. Nel contempo riscontro: occhi arrossati (sangue?) al mattino (saltuariamente e da alcuni mesi), lievi cefalee e disturbi visivi (senso di acqua nell'occhio)negli ultimi 10 giorni.
Altre terapie di routine in corso: lansoprazolo+motilium+(all'occorenza)gaviscon.
Ultimi esami del sangue fatti ad aprile completamente nella norma tranne un valore di 245 per il colesterolo.
Svolgo una vita sana con discreta attività fisica 2/3 volte la settimana(palestra in autunno inverno e bicicletta + passeggiate in primavera estate) senza strafare. Negli ultimi mesi mantengo una dieta (autogestita) tendente ad un limitato apporto di carboidrati e grassi (allo scopo di perdere ancora 2 o 3 kg) Mattino: Danacol(o similari)+ yogurth + 2 fette biscottate integrali con marmellata e 2 tazze di thè. Pranzo con carne o pesce o uova + verdure e frutta (no pane). Nell'arco del pomeriggio e sera: frutta, qualche biscotto e thè. Altro sintomo che si è accentuato negli ultimi tempi è la cessità di frequenti minzioni sia diurne che notturne, anche di una certa consistenza.
Non sono particolarmente preoccupato per l'ipotensione in sè ma non vorrei che la concomitanza di diversi fattori (terapia in corso, stagione calda, attività fisica, dieta non corretta)mi stia portando ad un non salutare disequilibrio pressorio.
Vi ringrazio per il consulto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Dato il numero e il tipo dei sintomi riferiti, credo che Lei si debba recare dal Suo medico di fiducia per un controllo clinico e per la necessaria rivalutazione della terapia in corso.
Purtroppo a distanza non è possibile dirLe di più.
Cordiali saluti