Utente 212XXX
Gentili dottori,
Sono una ragazza di 21 anni. Sono sempre stata "in salute". Mai avuto dei problemi seri (l'unica cosa era la gola che si infiammava spesso). Quest'anno mi sono fatta fare una serie di esami (del sangue, ecografia al seno, eco al cuore, esame orofaringeo, esame alla tiroide, e niente di preoccupante). Il mio dottore mi ha detto che magari sono un po' troppo "preoccupata" e forse dovrei essere più serena. Quindi, anche se adesso ci andrei da lui, PENSO che mi direbbe che sto bene anche se: sono 2-3 giorni che mi sono venuti fuori 3 nuovi linfonodi. Due sul collo dietro (cervicali), e uno sotto la mandibola sinistra (questo viene e va). Uno lo avevo già da mesi, nella parte destra a metà del collo. Il problema e che questi 2 linfonodi cervicali mi fanno davvero male se li tocco. (devo precisare che 5 giorni prima avevo una placca in gola, e ho fatto 3 giorni di antibiotico da giovedì a sabato, e questi linfonodi mi sono apparsi domenica mattina).
Voi cosa mi consigliereste? Di insistere a farmi fare degli esami, o di lasciare passare un altro po' di tempo?
Vi ringrazio in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
E' normale che i linfonodi aumentino di volume a seguito di un processo infettivo come quello che lei ha avuto: e' il loro lavoro! Legga questo interessante articolo http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html che non a caso e' uno dei piu' cliccati di questo sito...
Cordiali saluti