Utente 268XXX
Gentili Dottori,
dallo scorso anno ho alcuni problemi legati alla gola.
L'estate scorsa mi capitava spesso di avere degli abbassamenti di voce, specialmente al mattino: a volte ero quasi afona, poi man mano nel corso della giornata la voce mi tornava.
Poi questo problema si è attenuato, ma ho notato che non riuscivo (nè riesco tuttora) a cantare più: quando canto a una certa altezza, la voce si spezza e viene a mancare. Ho pensato di aver sforzato le corde vocali, dato che canto non sapendo come usare il diaframma.

Inoltre, due o tre volte mi sono capitati degli episodi di edema dell’ugola, sempre lo scorso anno, periodo primavera/estate. La mia Dottoressa ha pensato ad un’allergia, e infatti facendo un esame del sangue ha visto che i livelli delle IgA erano alti.

Visti questi problemi con la voce e con l’ugola, mi ha fatto effettuare due visite:
- Un prick test, per verificare a cosa sono allergica. Risultato: il test non ha rilevato alcuna allergia, almeno tra quelle testate (alcuni pollini, pelo, polvere, latte, uova)
- Una visita otorinolaringoiatrica, durante la quale è stata fatta una laringoscopia mediante fibre ottiche, quindi il Dottore con un tubicino è sceso dal naso alla gola per sondare la situazione. Risultato: niente di che, nessun polipo, ma le corde vocali sono un po’ infiammate. Il Dottore mi ha prescritto un ciclo di aerosol a base di Clenil.

Ho portato i risultati alla mia Dottoressa, ma nel frattempo al tutto si è aggiunto un sintomo: a volte, in alcuni momenti, quando inghiotto la saliva mi sembra come di avere una pallina bloccata in gola, non capisco se è catarro o qualcos’altro, però è piuttosto inquietante perchè va e viene. Alcuni giorni non la sento proprio, altri permane per ore, altri capita che la sento per un po’ e poi scompare.
Quando ho portato i risultati alla mia Dottoressa e le ho detto di questo nuovo sintomo, lei ha aggiunto alla terapia prescrittami dallo specialista anche il Fluibron.
Quindi, aerosol di Clenil + Fluibron 2 volte al giorno per 10 giorni (e niente canto).
Inoltre, la mia Dottoressa mi ha prescritto un ulteriore test (patch test) per cercare di scoprire a cosa sono allergica.

Volevo chiedere un vostro parere, premettendo che a parte questi sintomi, qualche fastidio ai pollini nel periodo primavera/estate e una lieve intolleranza al lattosio, sto benissimo e non ho alcun tipo di problema nè dolore, nemmeno alla gola.
Ho anche qualche domanda:
- Intanto, cosa può essere questa pallina che sento in gola? Catarro? Ma perchè a volte la sento altre no?
- Secondo voi i sintomi che ho avuto e quelli che ho (edema ugola, afonia, pallina in gola) sono tutti collegati tra loro?
- Se ci fosse stato qualche problema più grosso alla gola, con l’esame che mi è stato fatto sarebbe stato rilevato?
- L’aria condizionata può aggravare i sintomi che ho?
Vi ringrazio molto, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poichè ormai è stata "esplorata" a 360 °, qualcuno ha mai pensato ad una sindrome da REFLUSSO GASTROESOFAGEO ?

http://www.medicitalia.it/minforma/otorinolaringoiatria/276-faringite-cronica-laringite-reflusso-gastroesofageo.html
[#2] dopo  
26841

dal 2014
Gentile Dr. Catania,
io non saprei dirle perchè non hanno pensato a quello...
Tutto potrebbe essere, forse si sono indirizzati sulla strada dell'aerosol perchè in realtà non ho alcun tipo di dolore alla gola, nè ho mai sofferto di acidità o rigurgiti acidi...
D'altra parte io non so che sintomi possa dare la patologia da lei indicata, io mi sono semplicemente affidata a degli specialisti riferendo loro i miei sintomi e sottoponendomi agli esami indicati, e la terapia con Clenil e Fluibron è quello che ne è risultato.

Lei cosa ne pensa, Dottore? Secondo lei dovrei effettuare il ciclo di 10 giorni di aerosol e vedere cosa succede?
O dovrei prima approfondire con altri esami?
Al momento sto perdendo peso con una dieta ipocalorica equilibrata, quindi evito anche fritture, alcool, dolci e cibi particolarmente grassi; secondo lei, se il mio problema fosse quello da lei indicato, cioè la sindrome da reflusso gastroesofageo, perdendo peso e mangiando in maniera sana questo è un qualcosa che potrebbe risolversi spontaneamente oppure è comunque una patologia che va curata con appositi medicinali?

La ringrazio,
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Completi la terapia.

Io non ho formulato una diagnosi ma solo una ipotesi. Ne parli con il suo curante.