Utente 116XXX
Gentili cardiologi.
Soffro di extrasistolia ventricolare e sopraventricolare da circa 10 anni in concomitanza con un forte periodo di stress, ansia a cui si sono aggiuti attacchi di panico.
In terapia da due anni con Zoloft 75mg, e terapia cognitivo comportamentale.
Le suddette extrasistole si sono evolute nel tempo alle venticolari si sono aggiunte le sopraventricolari, poi doppiette e triplette.
Ultimamente sono sparite quest'ultime e si sono aggiunte sporadicamente 3-4 episodi a salve per 10-15 secondi, 2 episodi doppietta/battito/doppietta/battito di cui uno dopo cena a fine atto sessuale , l'altro dopo cena mentre fumavo.
Un episodio di tachicardia la mattina presto nel letto della durata di una quindicina di secondi (era una settimana che non fumavo, c'entra qualcosa?!).
Ho abolito gli alcolici, caffè, thè, carni grasse, cioccolato, cose gassate, fritto. Mi rimane il tabacco ma ho scarsi risultati.
Sono sedentario o quasi, 38 anni, fumo 20 sig al di da 20 anni. Mi sento sempre affaticato e/o stanco.

Sono pericolose queste aritmie? Eventualmente possono scatenare un aritmia minacciosa? Che cosa potrei fare, oltre che abolire il fumo?

GRAZIE
e Buona giornata

Negli ultimi 3-4 mesi:

TEST ERGOMETRICO CON MONITORAGGIO ECGRAFICO
Anamnesi: Tabagista. Gastropatia. Sindrome ansiosa. Extrasistolìa sovra e/o ventricolare isolate ECG basale: Ritmo sinusale. Tracciato nei limiti della norma

Durata test: 10'35"
P.A. Basale 120/80 mm Hg
Watt raggiunti: 150 (75 %)
Fc basale: 90 b/min
Fc raggiunta: 175 b/min (100%) P.A. Max 180/90 mm Hg Doppio Prodotto: 32000

Descrizione: Test interrotto per esaurimento muscolare. Mediocre tolleranza allo sforzo. Non raggiunto carico teorico max. Raggiunta Fc teorica max. Non viene riferita sintomatologia anginosa tipica e/o atipica. Regolare incremento e decremento pressorio (fine test 130/70 mm Hg)
Non si rilevano alterazioni della fase di rìpolarizzazione ventricolare suggestive per ridotta riserva coronarica durante il carico e nella fase di recupero. Assenza di induzione aritmica.
Conclusioni: Test massimale Negativo per alterazioni ECG suggestive per ischemia inducibile. Negativo per sintomi.
Scarsa tolleranza allo sforzo, Pz sedentario. Indicata regolare attività' fisica, riduzione del fumo.

ESOFAGO-GASTRO-DUODENOSCOPIA
DIAGNOSI: Incompetenza cardiale

ECO(COLOR)DOPPLER CARDIACO A RIPOSO
Ventricolo sinistro morfologicamente normale (DTD 40mm SIV 9,7mm PP
lOmm), normocinetico, FÉ conservata, riempimento diastolico normale.
atrio sinistro e radice aortica normali. Normale morfologia e funzione degli apparati valvolari; minima insufficienza mitralica e tricuspidale con PAP normale. Sezioni destre normali. non congestione cavale.

ESAMI TIROIDE OK.

ECG: BBDX incompleto

ECG DINAMICO HOLTER:
Extrasistolia ventricolare e sopraventricolare sporadica, a battiti singoli. Non significative modificazioni della fase di ripolarizzazione ventricolare. Normale tempo di conduzione A.-V.
Non pause significative

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le extrasistoli che lei riferisce hanno andamento benigno e questo si evince dalla prova da sforzo, nella quale esse scompaiono man mano che lo sforzo progredisce. Queste aritmie si trattano solitamente anche quando diventino fastidiose come appare da ciò che scrive. In pazienti del suo tipo ciò si ottiene anche con piccole dosi di beta bloccanti.
Lei esclude a priori l interruzione del fumo, ma sta ame ricordarle, che a parte la azione favorente aritmie della nicotina, ci sono danni permanenti al suo apparato respiratorio ( enfisema), l enorme rischio di infarto ed ictus, ed il grande rischio di cancro, il quale purtroppo non è benigno come le sue extrasistoli appaiono essere.
Se davvero fosse preoccupato per la sua salute smetta di fumare. Ora, non domani
Cordialmente
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Dott Cehhini. Grazie molte per la risposta e la sua schiettezza.
Ha ragione.
Ho provato molti metodi per smettere di fumare ma alla fine la Forza di volontà è stata l'unica che mi ha portato qualche risultato negli svariati tentativi che ho fatto, di cui uno importante con una settimana senza nicotina, in cui ero fortemente determinato. Poi quell'episodio di tachicardia mi ha molto spaventato e ho ripreso a fumare. Ma ci voglio riprovare seriamente.
I betabloccanti possono essere assunti solo per questo periodo di dissuefazione o li devo prendere a vita?
Una volta, mi sembra un paio di anni fa, un cardiologo mi aveva parlato del Isoptim o qualcosa del genere che mi spiegava che prescriveva anche ai bambini. Cosa ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
chi prescrive Isoptin ai bambini potrebbe essere arrestato, a meno che non abbiano turbe del ritmo gravi che lo consiglino.
L' Isoptin e' un farmaco molto potente e non molto maneggevole, contariamente a cio' che viene comunemente ripetuto.
In una persona come lei il beta bloccante e' il farmaco di scelta, che lei puo' assumere finche ' la sua sintomatologia lo richieda.
Ma s econtinua a fumare e' come mettere acqua in un secchio sfondato.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera.

Avrebbe da consigliarmi un farmaco molto maneggevole e sicuro? Ho il BBDX incompleto, fa niente?
Attualmente la mia pressione è intorno 80 la min e 130 la max, peso 70 Kg, altezza 176 cm.
Alcuni periodi però è bassa del tipo 60 min - 105 max.
Ho notato che scende anche quando prendo qualche goccia di EN.

Leggevo alcune sue risposte in vari consulti e devo dire che è assolutamente contraio al fumo che sicuramente fa molto male ed è una malsana abitudine.
Mio zio, medico del 118 ad Empoli, mi ha spiegato che il fumo è talmente deliterio per la circolazione sanguigna portandomi un esempio per eventi ischemici, dove inseriscono uno stent. Questo dura per un non fumatore 10-15 anni, per un fumatore solo poco più di un anno!
Non so se è vero e lei lo può confermare o smentire.

Mi stupisco però dell'atteggiamento di alcuni medici che durante le visite che ho eseguito (ECG da sforzo, visita cardiologica e PS) mi consigliavano oltre l'attività aerobica la RIDUZIONE del FUMO e non l'abolizione. Sono a suo avviso cattivi consigli, facendo presupporre che il fumo non sia cosi dannoso?
Probabilmente me l'hanno detto vista la mia età e il mio stato?!
Un altro cardiologo di Bergamo dice che ha fumato fino a 71 anni e poi a smesso quando è andato in pensione (io non lo conosco personalmente ma me l'ha riferito sua figlia, fumatrice anche lei, in un corso tenuto alla lega lotta contro i tumori a BG).


Il vizio del fumo è davvero la più brutta cosa (fra le tante) che il genere umano sia stato in grado di escogitare. Una volta dentro è difficile uscirene.
Comunque io voglio chiudere definitamente il capitolo fumo.

Mi può dare una mano?
Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il genere umano ha escogitato molte cose peggiori del fumo...non esageriamo (guardi i lager..).
Detto questo io non niente contro chi fuma, purche' non si lamenti se gli viene un ictus, un infarto od un cancro.
Una volta che l'ha avuto sta al medico curarlo.
Quello che non comprendo e' colui il quale , non sapendo nuotare, si butti in mare di notte ed invece di preoccuparsi del rischio di affogare perche' non sa nuotare, si preoccupa dell'eventuale bronchite.
Detto questo la saluto
cecchini
www.cecchinicuore.org