Utente 167XXX
Salve,
ho 30 anni sesso maschile. Nel luglio dell'anno scorso recandomi presso un ospedale mi è stato diagnosticato un'alterazione della fase di ripolarizzazione. Dopo visita cardiologica, esami degli enzimi, ecocolordoppler e elettrocardiogramma da sforzo l'unica cosa che sono riusciti a diagnosticarmi è esclusivamente un valore del colesterolo leggermente sopra la norma ma non preoccupante. A quasi un anno soffro ancorda di un leggerissimo dolore al petto ed inoltre dopo qualche sforzo anche di piccola entità sento venir meno tutte le forze tanto che sono costretto a mettermi sul letto ed addormentarmi. Ultimamente sto soffrendo di una pressione piu bassa di quella che normalmente registravo e nello specifico 75/115 con 83 battini in media con picchi anche di 90. Proprio il valore dei battiti è aumentato tantissimo negli ultimi mesi visto che precedentemente non superavo mai i 75 battiti al minuto.Inoltre sto avvertendo spasmi muscolari all'altezza del cuore. In una misurazione della pressione la macchina mi segnala battito irregolare ed ad essere sincero durante la misurazione il battito me lo sono sentito irregolare tanto che ho avuto come l'impressione che il cuore sia battuto due volte in un solo battito. Secondo voi devo ritornare ad una visita specialistica da un cardiologo?vi è un esame che può escludere totalmente un problema cardiaco?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quelle che riferisce lei sono banali extrasistoli senz alcun significato.
Ovviamente ritengo che lei, che si definisce molto preoccupato per il suo cuore, non sia un fumatore.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org