Utente 852XXX
spett.li dottori un saluto a tutti voi e grazie anticipatamente per i vs consigli...

recentemente mi sono sottoposto alla ricostruzione del lca, + plastica della gola...
la ricostruzione del lca è avvenuta utilizzando il tendine G e ST, utilizzando i fattori di crescita...

l'intervento, credo perfettamente riuscito almeno dalla riabilitazione che sto eseguendo sembra tutto ok, è avvenuto il 06/06/2011, ora però c'è un altro problema che mi affligge più della ricostruzione del lca stessa: la ferita dopo 23 gg dall'intervento continua ad essere "granulosa"...
dopo che ho tolti i pt di sutura, il medico che mi ha mostrato alcune sue perplessità dicendo "non mi piace quella ferita" e dopo qualche giorno sono dovuto ritornare in ospedale per una nuova medicazione cosa che dovrò fare almeno 1 altra volta, fino a quando non andrò a controllo e farlo presente al chirurgo che mi ha eseguito la ricostruzione e valutare con lui...

considerato che ancora non mi è stato detto quale sia il problema, anche se mi è stato rilasciato un certificato per una normale medicazione, ma credo che normale non lo sia, le chiedo secondo la sua esperienza cosa rischio?
non mi sono stati prescritti antibiotici o altro è una cosa positiva nel senso che la situazione è sotto controllo o devo preoccuparmi???
aggiungo in che modo posso obbligare il medico a certificarmi ciò che realmente ho, e non "nascondere" il problema come ha fatto già due volte?
secondo la sua esperienza e conoscenze potrebbero esistere inadempienze medico-sanitarie?
mi chiedo se sia il caso di cambiare ospedale per risolvere il problema della ferita sperando che non sia niente di grave e facilmente risolvibile...
non voglio riprendere ad assumere il prazene:( ...
premetto che non sono diabetico, mi sono presentato all'intervento in forma, con valori ematici-epatici ecc perfetti, nonostante i miei 100 kg di peso...


le porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Una "ferita che non si chiude" a detta del paziente e una "ferita che non mi piace" a detta del chirurgo non sono elementi in grado di farci comprendere esattamente la situazione. Prima di chiedere un nuovo consulto aspetterei almeno altri 10 giorni.
[#2] dopo  
Utente 852XXX

Iscritto dal 2008
spett.le dott. salvo, la ringrazio per avermi risposto, purtroppo io non ho conoscenze mediche tali da poterle dire quale sia il mio problema, e se le avessi avute il mio quesito non avrebbe avuto senso...
non voglio polemizzare con lei, purtroppo io ho trascritto ciò che mi è stato detto, perchè ad oggi non è stato usato nessun termine medico per definire il mio problema, perchè lo ritengo un problema considerato che nell'arco di 4 gg mi sottoporrò a 3 disinfettazioni a 23 gg dall'intervento, non mi sembra normale la cosa... o lo è?
purtroppo la ferita è di colore giallastro, ripeto il medico quando sono stati tolti i punti di sutura, ha detto "che non gli piaceva"...
poi ieri l'ha definita "granulosa" senza aggiungere ulteriori elementi...
domani e venerdi dovrò fare altre due medicazioni oltre alla visita di controllo con il chirurgo che ha effettuato l'intervento e come ha detto il primo medico "valutare con lui il da farsi"...

io a questo punto sto valutando di non andare più a fare la disinfettazione da questo medico, ma andrei in un altro ospedale per avere più chiarezza...

a me interessava sapere +- una diagnosi anche in modo approssimativo,perchè mi rendo conto che senza una visita non è possibile, cosa potrei avere, e se corro qualche rischio in particolare, perchè purtroppo questi dubbi, non mi aiutano per niente...


domani faccio una foto durante la medicazione e la posto qua...


rinnovo ringrazimenti e le auguro buona giornata

[#3] dopo  
Utente 852XXX

Iscritto dal 2008
spett.le medici un saluto a tutti voi,

sto vivendo un incubo...

a 30 gg dall'intervento, la ferita non si asciuga...
l'ortopedico che mi ha visto mi ha prescritto fitostimoline,
ne ho consumato un tubetto da venerdi ad oggi...
sto disinfettando con betadine ma non si asciuga...
domani ho un nuovo controllo dal medico che mi ha fatto già 5 disinfettazioni, ma inizio a stancarmi questo via vai senza nessuna soluzioni...

cosa mi consigliate voi?


grazie a tutti per il apporto.

cordialmente
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di porre gli stessi quesiti al chirurgo che la vedrà domani.
Lui ha il vantaggio rispetto a noi di VEDERE la ferita.
[#5] dopo  
Utente 852XXX

Iscritto dal 2008
spett.le dott. salvo, la ringrazio per avermi risposto, e rinnovo le mie scuse se nell'altra risposta sono stato scortese...
domani credo che prendo il medico e lo butto giù dal 2° piano...
mi ha fatto 5 medicazioni, tolti i punti, una visita di controllo il mio ortopedico che mi ha operato, ma la ferita come era, è e tutto questo a 30 gg dall'intervento...
niente antibiotico, niente di niente, la ferita è granulosa non asciuga, profonda diciamo di 0,5 cm +-

mi sa che domani passo un guaio se non avrò risposte esaurienti perchè purtroppo già so che la verità da loro due non la saprò mai...
mi sa che devo rivolgere a qualcuno esterno per sapere la verità...
rinnovo ringrazimenti...

buona serata
[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Una ferita che sta guarendo "per seconda intenzione" può richiedere tempi molto più lunghi di quella i cui margini sono perfettamente allineati.