Utente 212XXX
Salve, vorrei porvi il mio problema... Il giorno 3/06/11 subivo sul luogo di lavoro un infortunio. Al PS mi hanno diagnosticato:
"Trauma contusivo distorsivo 1ø metacarpo falangea mano desta con sollecitazione del legamento collaterale ulnare"
Da qui mi hanno messo una doccia gessata x 3 settimane... rimossa il giorno 23/06, e da quel giorno mi hanno fatto comprare un tutore rinforzato ed indosso quello, anche se nn tutto il giorno come suggerito dal medico che me lo ha odinato.

Ieri (28/06) mi sono sottoposto a RX e Eco alla mano e questo è il risultato:

RX : "Non immagine traumatiche ossee di rilievo radiologico diretto a carico del 1° raggio della mano destra. Rispettati i rapporti articolari"

ECO : "L'esame comparato del 1° raggio delle mani evidenzia un discreto versamento articolare a carico della MCF del 1° dito a destra con distensione fluida della capsula. Non visualizzabili i collaterali della MCF. Non lesioni ecorilevabili a carico del tendine dell'estensore del lungo dito"

Vorrei sapere cosa significa in parole povere ed a cosa andrò in contro, dato che mi hanno segnato una visita alla Chirurgia della Mano di Pisa... Vi ringrazio anticipatamente...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

al di là di ciò che si evidenzia dall'Rx e dall'ECO, essenziale in questi casi è una valutazione clinica specialistica della tenuta o meno del legamento collaterale ulnare della prima metacarpo-falangea.

Questo legamento, infatti, stabilizza l'articolazione quando si effettua la "pinza" pollice-indice.

Se il danno legamentoso risulterà assente o parziale, non c'è l'indicazione chirurgica, mentre se risulterà un danno totale con instabilità, sarà indispensabile una riparazione chirurgica del legamento interrotto.

Cordiali saluti.