Utente 212XXX
Salve, vorrei porvi il mio problema... Il giorno 3/06/11 subivo sul luogo di lavoro un infortunio. Al PS mi hanno diagnosticato:
"Trauma contusivo distorsivo 1ø metacarpo falangea mano desta con sollecitazione del legamento collaterale ulnare"
Da qui mi hanno messo una doccia gessata x 3 settimane... rimossa il giorno 23/06, e da quel giorno mi hanno fatto comprare un tutore rinforzato ed indosso quello, anche se nn tutto il giorno come suggerito dal medico che me lo ha odinato.

Ieri (28/06) mi sono sottoposto a RX e Eco alla mano e questo è il risultato:

RX : "Non immagine traumatiche ossee di rilievo radiologico diretto a carico del 1° raggio della mano destra. Rispettati i rapporti articolari"

ECO : "L'esame comparato del 1° raggio delle mani evidenzia un discreto versamento articolare a carico della MCF del 1° dito a destra con distensione fluida della capsula. Non visualizzabili i collaterali della MCF. Non lesioni ecorilevabili a carico del tendine dell'estensore del lungo dito"

Vorrei sapere cosa significa in parole povere ed a cosa andrò in contro, dato che mi hanno segnato una visita alla Chirurgia della Mano di Pisa... Vi ringrazio anticipatamente...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

al di là di ciò che si evidenzia dall'Rx e dall'ECO, essenziale in questi casi è una valutazione clinica specialistica della tenuta o meno del legamento collaterale ulnare della prima metacarpo-falangea.

Questo legamento, infatti, stabilizza l'articolazione quando si effettua la "pinza" pollice-indice.

Se il danno legamentoso risulterà assente o parziale, non c'è l'indicazione chirurgica, mentre se risulterà un danno totale con instabilità, sarà indispensabile una riparazione chirurgica del legamento interrotto.

Cordiali saluti.