Utente 212XXX

Buongiorno,
un mio familiare (ultranonagenario) è stato operato per sostituzione valvola aortica, nonostante la presenza di comorbidità (fibrosi polmonare sx, un rene solo). Dopo una ripresa rapida nei giorni successivi all'intervento, ha accusato insufficienza renale e quindi è stato ricoverato in t.i. per insufficenza respiratore grave. Ieri gli è stato tolto il respiratore e appariva lucido, oggi è in stato di sopore per insufficiente ossigenazione nonostante la somministrazione di ossigeno con una mascherina. Non è in grado di bere tamite una cannuccia, la frequenza respiratoria è elevatissima, è molto affaticato.
Ci è stato riferito che la funzionalità respiratoria era presente in un solo polmone a causa della fibrosi pregressa. Ci chiediamo se possa essere intervenuta un'embolia polmonare e cosa dobbiamo fare per salvarlo, grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
171326

Cancellato nel 2012
Questi casi sono alquanto complessi e richiedono una gestione poli-specialistica in ambienti qualificati.
è difficile dare un parere sull'argomento, solo chi visita il paziente ed ha il polso della situazione sa cosa fare. L'embolia polmonare può verificarsi in questi pazienti, ma il quadro clinico in un paziente già seguito in terapia intensiva dovrebbe essere distinguibile.