Utente 167XXX
vado per i 34 anni,175x62kg,fumo oltre un pacchetto al giorno e pratico calcetto in media 3 volte la settimana,nelle quali corro molto.tuttavia sono spesso costretto a uscire dal campo a causa di forte difficoltà a respirare,battiti molto accelerati e a volte anche dolori al torace o alla spalla sinistra. e mi ci vuole una buona mezz'ora per riprendermi.in particolare questa sera,oltre i sintomi già descritti,che erano più forti del solito,tornato negli spogliatoi (più o meno 15 minuti dopo essere uscito dal campo) ho avvertito un dolore alla spalla sinistra contemporaneamente a delle fitte alla gola: non saprei descriverle,direi una sensazione di soffocamento,era come se qualcuno mi stringesse il collo a intermittenza (cioè non era una stretta permanente,come se stringesse per poi lasciare,e poi stringeva di nuovo).è durato qualche minuto (massimo due direi).intanto continuavo a sudare molto,ma c'è da precisare che pur essendo le 22 faceva molto caldo.premetto che da sempre soffro di dolori intercostali,ho fatto un ecocardiogramma sei anni fa e tutto è risultato a posto,anche sottosforzo.inoltre dolori alla spalla o al braccio sinistro li sento spesso,anche questi però da sempre e con ogni probabilità si tratta di un postura non corretta (anche se ultimamente stanno aumentando). vorrei sapere 1)se quelli che ho avvertito stasera possono essere sintomi di qualche patologia o se si tratta di una cosa normale 2)nel primo caso,se si potrebbe trattare di problemi cardiaci o soltanto relativi alla gola stessa, o di cosa altro altrimenti si potrebbe trattare. 3)se ci sono controlli o esami che mi consigliate di fare.credo sia opportuno darvi le seguenti informazioni: la mia famiglia ha una storia di problemi cardiaci (per quello ho pensato al cuore) entrambi i miei nonni maschi sono morti di infarto intorno ai 60 anni,mio padre ha avuto 3 infarti (il primo a 36 anni) ed è morto a 58 causa bpco (erano tutti accaniti fumatori), mia madre anche ha problemi di cuore anche se non gravi.ho due sorelle: una ha la sindorme demienilizzante,l'altra il lupus. praticamente l'unico che finora non ha mai avuto grossi problemi sono io. so che devo smettere di fumare,ci provo con tutte le mie forze da tempo ma poi ricado puntualmente nell'incubo. grazie mille per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Data la sua storia familiare e' indispensabile che lei smetta di fumare. Oggi, non domani, e dipende solo da lei.
Oltre ad avere un altissimo rischio per infarto ed ictus, ovviamente lei continuando a fumare, si espone al rischio di cancro.
Detto questo e' opportuno che esegua nuovamente un test da sforzo al ciucloergometro, per chiarire l'origine dei sintomi da lei lamentati.
cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille della risposta. lo farò sicuramente.
[#3] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
egregio dottore, il mio medico mi ha prescritto esami del sangue a tappeto (compresa la tiroide) che ho effettuato sabato,e un ecg da sforzo al cicloergometro che però mi verrà effettutato solo il 22 di questo mese. sono usciti intanto i risultati degli esami del sangue,che ovviamente sottoporrò al mio medico curante domani,comunque li illustro anche a lei per una sua opinione:

i valori sono risultati tutti nella norma,a parte i seguenti:
PROTEINE TOTALI 6,2 G/DL (RIFERIM. 6,4-8,3) BASSO
ELETTROFORESI: ALBUMINA 68,1% (55,8-66,1) ALTO
ELETTROFORESI: GLOBULINE GAMMA 9,3% (11,1-18,8) BASSO
ESAME EMOCROMOCITOMETRICO: VAL.PIASTRINICO MEDIO 12,2 FL (8-11,9) ALTO, G.BASOFILI% 1,9% (FINO A 1,0) ALTO, G.BASOFILI 0,12 10^3/uL (FINO A 0,1) ALTO

inoltre,i valori di calcio e cloro risultano nella norma,ma sono quasi al limite (massimo per il cloro,minimo per il calcio).
devo precisare,non so se c'entra qualcosa,che mia sorella ha il Lupus mentre l'altra mia sorella la sindrome demienilizzante, inoltre negli ultimi tempi ho avuto un problema di emorroidi interne che mi ha portato ad assumere TRIADE H per una settimana circa (comunque al momento degli esami avevo già ultimato la cura da una settimana e i miei problemi che mi hanno portato a questi esami sono precedenti ad essa).
volevo una sua opinione su questi risultati,cosa potrebbero riguardare,se rendono ulteriormente necessario l'ecg da sforzo o se invece non c'entrano nulla con la mia situazione (in pratica se hanno a che fare con i sintomi da me descritti oppure sono tutt'altra cosa).
intanto ho rigiocato a pallone,ho cercato di non sforzarmi troppo,tuttavia dopo un pò di corsa (non eccessiva insomma) ho avuto di nuovo problema di ''cuore in gola'' e mancanza di fiato e giramento di testa: tutto ciò succede non appena mi fermo (mentre corro o mi sforzo non me ne accorgo nemmeno) e ci metto diversi minuti a riprendermi. tengo a precisare che pratico sport da una vita,quindi mi rendo conto quando ho le palpitazioni e il fiato corto perchè mi sono sforzato più del mio dovuto...e non sono questi i casi: il mio ''problema'' è proprio questo,sono 3-4 mesi che ho questi sintomi pur senza sforzarmi troppo. devo comunque dire altresì che ho esagerato nella pratica del calcetto,giocando anche 4 volte a settimana,so che è troppo e sto cercando di regolarmi,tuttavia non so se il mio caso dipende da questo.
p.s. oggi è una settimana che non tocco una sigaretta,è difficile effettivamente ma non impossibile,e mi sento felice di averci dato un taglio (speriamo di non ricominciare). scusi se mi sono dilungato troppo.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gli esami che ha riportato non destano alcuna preoccupazione, sono normali.
Attendiamo l'esito della prova da sforzo
cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#5] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille. come ultima cosa le chiedo se ritiene che è il caso che fino al 22 (giorno dell'ecg) me ne stia fermo senza praticare attività sportiva, o posso continuare tranquillamente? (con la mia squadra stiamo disputando dei tornei estivi che si protrarranno fino a fine mese).
detto questo,le farò sapere ad ecg effettutato l'esito dello stesso. saluti.
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Io aspetterei l'esito dell'ECG sotto sforzo.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#7] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi dottore se le scrivo ancora ma è occorsa una strana coincidenza,mi viene quasi da ridere.... ho notato solo ora che lei esercita all'ospedale di pisa,ed io sono di pisa. quindi nel caso lei si occupasse anche delle visite ospedaliere prenotabili tramite cup, c'è una possibilità che sarà proprio lei ad effettuarmi l'ecg.
in ogni caso, non piacendomi l'idea di dover aspettare altri 15 giorni per sapere di cosa si tratta (dal momento che non posso neanche giocare,nel frattempo) pensavo di rivolgermi ad uno studio privato per anticipare la visita alla settimana prossima,disdicendo ovviamente l'ospedaliera,a questo punto quindi se lei esercita anche in forma privata verrei volentieri al suo studio, se mi fornisce un recapito per prendere appuntamento.
in caso contrario la ringrazio ugualmente per la disponibilità avuta finora.
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Deve eseguire una prova da sforzo, ed e' opportuno che la esegua in Ospedale e non in uno studio privato.
Cordialita'
cecchini
[#9] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
in attesa dell'ecg da sforzo, ho eseguito un ecg normale (di base... non so come si dice) e mi è stata riscontrata una ipertrofia ventricolare sinistra. mi è stato detto che negli sportivi ''potrebbe'' essere normale. in ogni caso non mi è stato spiegato cosa essa sia e cosa comporta,se cioè è pericolosa o comunque mi impedisce di proseguire la mia attività sportiva? (ricordo che essa è,comuque,amatoriale e quindi non controllata)
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'ipertrofia ventricolare sinistra 8se confermata anche all'eco) e' il tentativo del cuore per far fronte ad un carico eccessivo di lavoro.
E' pertanto un segno di un lavoro eccessivo che gli e' imposto. Ecco perche' il "cuore di atleta" in realta' non sia un cuore sano a tutti gli effetti.
Se quesat fosse confermata le sconsigliarei di proseguire lo sport, raccomandandole invece un'attivita' fisica normale, cioe' camminare , acnhe a passo svelto, almeno un'ora al giorno.
Cordailita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#11] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
dottor Cecchini lei è sempre chiarissimo e tempestivo nelle risposte. non so se l'ecg da sforzo potrà chiarire ulteriormente la situazione, spero di sì, in ogni caso la ringrazio e le farò sapere.
[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei tenga duro con l'astensione dal fumo.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org