Utente 213XXX
Mi chiamo Nicolo' ed ho 37 anni, alto 1.84 peso 85 kg.
Due anni fa dopo un periodo di forte stress ho iniziato ad avere qualche extrasistole che mi hanno spaventato non poco.
Ho fatto esami su esami rivolgendomi al pronto soccorso e a cardiologi privati ho fatto tre holter, diversi ecg, due eco, due ecg sottosforzo. Tutto questo perchè quando mi si presentavano le extrasistole, specialmente in successione ravicinata tra loro, chiamavo il cardiologo per farglierle sentire ma quando arrivavo da lui tutto era passato e il tracciato nn ne registrava alcuna. Ho fatto quindi l'holter ma da quando ho prenotato l'esame a quando l'ho fatto di tempo ne era passato e quindi magari stavo meglio e lo strumento ne ha registrate alcune ( 150 besv nell'ultimo holter). Due settimane fa ho fatto un ecg sotto sforzo e sino a 10 minuti prima della prova avevo decine di extrasistole ma iniziata la prova piu nulla. La dottoressa ha riscontrato una sola extrasistole sopraventricolare e visti i miei esami precedenti ha anch'essa detto che il mio cuore è sano e che nn devo fare caso a queste extrasistole. Da due anni io provo a nn farci caso ma quando si presentano in sucessione e si fanno sentire "bene" nn è facile ignorarle.
Vorrei chiedervi delle cose, per cercare di conoscere meglio il mio problema, e cioè:
1 c'è differenza tra extrasistole che si sentono solo ascoltandosi il polso e quelle che si fanno sentire bene con un bel tonfo o nodo alla gola?
2 io ho sempre avuto qualche problema digestivo e in certi periodi appena mangiato mi sento pieno e devo prendere del bicarbonato di sodio: potrebbero essere provocate da disturbi digestivi?
3 il fatto che durante il test da sforzo o gli altri ecg nn ho avuto extrasistole si può escludere la loro pericolosità?
4 ultima domanda che mi vergogno un po'.....di extrasistoli si può morire?

Navigando ho letto che questi disturbi possono essere provocati da elicobacter; ci potrebbe stare con il fatto dei problemi digestivi e periodi di stitichezza e lassivismo?

Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
1) Irregolarità del ritmo cardiaco avvertite solo alla palpazione del polso radiale possono anche non essere affatto extrasistoli, ma semplici episodi di aritmia sinusale, di nessuna valenza patologica;
2) disturbi digestivi come quelli da Lei riferiti sono con molta frequenza la causa delle extrasistoli;
3) i risultati degli esami cui si è sottoposto escludono che le Sue extrasistoli siano di natura organica, cioè "pericolose";
4) di extrasistoli non è mai morto nessuno, ma c'è chi, come Lei, vive male a causa delle extrasistoli stesse. Non ci pensi più!
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Dottor Fedi per aver risposto subito al mio consulto.
Volevo "aggiornarla" sulle mie extrasistole, ho appena finito di mangiare e le extrasistoli si fanno sentire bene con dei bei tonfi ne ho avvertite 8 in un minuto alcune delle quali anche molto ravvicinate tra loro.

Ho guardato anche il significato di ARITMIA SINUSALE e credo che lei ci abbia preso anche perchè in certi momenti mi sembra che il cuore nn batta regolarmente ed allora mi sento il polso ed invece il cuore batte regolarmente, ho solo la sensazione che stia battendo veloce ed irregolare.

Secondo lei dovrei chiedere al mio medico di fare una gastroscopia o fare analisi x vedere se puo essere elicobacter?

Grazie nuovamente
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Credo che un approfondimento sulla Sua situazione gastroesofagea sia indicato, fermo restando che le Sue extrasistoli appaiono di natura assolutamente benigna e che non necessitano di tanta attenzione da parte Sua. Le consiglio quindi di non contarle, anzi cerchi di ignorarle e di non farci caso.
Cordiali saluti