Utente 173XXX
Buon giorno a tutti.
Ieri ho effettuato un ecg e un eco, giusto come visita di controllo autoprescrittami.
Vorrei iniziare a fare sport e sono un pò ansioso e ho preferito fare un controllo.
L'ecg è perfetto.
Nell' eco, con mia grande sorpresa (dato che non è assolutamente il primo che faccio e il medico mi ha detto essere congenito) mi è stato diagnosticato un MINIMO prolasso del LAM, con scritto nella riga sotto ''Bulging del setto interatriale Non versamento''.
Altro non c'è scritto.
Il medico dice che è congenito. A me sembra stranissimo dato che nella vita, per svariati motivi, ho effettuato almeno 10 eco, anche recentemente, e nessuno ha mai evidenziato questo prolasso. Ho fatto anche una risonanza un anno fa e manco da li è uscito nulla.
Mi è stato anche detto di non preoccuparmi assolutamente che la cosa è minima appunto e non potrà mai peggiorare dato che la valvola è sana e di non andare neppure mai più a fare controllare nulla.
Sinceramente sono rimasto un pò così.

E' possibile che il medico si sia sbagliato su questo prolasso? O che per lo meno non sia congenito?
Io ho fatto una pericardite un anno fa, può essere dovuto a quello?

Anche se non fosse, posso fare sport? Se ho ben capito penso di si.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'atteggiamento prolassante del lembo anteriore mitralico e' di frequente riscontro in corso di ecografie. Non e' una patologia, ma una variante della normalita', e va nettamente distinto dal vero prolasso mitralico il cui decorso solitamente richiede l'intervento chirurgico di correzione.
Pertanto e' verosimile che nelle precedenti ecografie l'operatore non l'avesse segnalato appunto perche' "variante della normalita'".
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Grazie infinite, nn so dire quanto la sua risposta mi abbia sollevato ed inaspettatamente credo che dopo un lungo periodo di ansie riuscirò a rivedere un pò d luce. Grazie d cuore. Ne approfitto solo per fare, giusto x scrupolo e anche un po per curiosità, un paio d domande.
Desidererei sapere se è vero che le mie extrasistole (sporadiche e coadiuvate dall'ansia lo ammetto) possono essere ricondotte a questa 'variante', se è vero che questa variante è congenita e che nn ''peggiorerà'' nel tempo e che quindi nn servono ulteriori controlli nel medio periodo e se posso fare sport a livello agonistico anche se qui credo d aver già inteso la risposta.
Comunque già la sua prima risposta è stata molto esauriente e soprattutto umana e la ringrazio per questo.
Grazie 1000
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Rispondo in ordine:
- e' vero che la modesta extrasistolia si ritrova spesso in chi, come lei', ha un modesto prolasso mitralico. Tali aritmie sono benigne e non tendono a trasformarsi in maligne (detto in termini semplici)
- per cio' che concerne lo sport non vedo controindicazioni cardiologiche.
Tenga presente tuttavia che lo sport agonistico non giova ad alcun cuore.
Arrivederci
cecchini
www.ecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
E per quanto riguarda la congenicità?
[#5] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
E mi perdoni se peggiorerà nel tempo e i controlli
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi sembrava di essermi spiegato ma evidentemente no:
- l'atteggiamento prolassante del suo lembo mitralico c lo aveva dalla nascita
- non peggiorera' nel tempo
- non ha bisogno di controlli

Cordialita'
cecchini
www.cecchiniouore.org
[#7] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi nn avevo capito.
Davvero grazie, grazie mille ai medici qui e allo staff.