Utente 674XXX
salve, sono un ragazzo di 24 anni, premetto che su questo sito cè ancora il mio prima richiesta, fatta a 21. percio il problema non si è risolto.

soffro di dolore bilaterale ad entrambi i testicoli da ormai dal eta di 19 anni. sono ormai distrutto.
nel corso di questi anni ho fatto tutte le visite possibili, e subito2 interventi,in quanto dalle ecografie risultava un picolissimo varicocele,cosi ormai3anni fa ho fatto l'intervento di varicocele con il metodo sclerotizzante, ma il dolore dopo i primi giorni in cui ho subito l'intervento e percio avevo dolore dal intervento,è ritornato il solito dolore ad entrambi i testicoli.
da2anni sono seguito dal dottor. C.di milano, un bravo dottore, e da tutti gli esami fatti risutava ancora il varicocele, idrocele, delle picolissime cisti, e la prostata ingrossata, con batteri, e il livello degli spermatozoi bassissimo. cosi mi consiglio e decimmo insieme, di operarmi ai testicoli con metodo resezione della vaginale,e nello stesso tempo circoncisione, in quanto mi disse ke portava batteri nella prostata. l'intervento ando bene, e adistanza di un anno,non c'è segno ne di varicocele,idrocele,cisti, tutto a posto, la prostata è ok e gli spermatozioi sono ritornati nella norma. il problema è che il dolore c'è l'ho ancora e non so piu ke fare sn disperato, perche mi sta rovinando la vita.nonostante tutto m sono laureato ho sempre lavorato,e ora ho iniziato a lavorare come praticante commercialista,e mi sono riscritto alla specialistica di economia, ma il dolore è imperterrite,e purtroppo non riesco a studiare e a lavorare, non rendo e sono umiliato in quanto mi fanno sentire un incapace, perchè purtroppo con il dolore forte non riesco a star sempre concentrato.
sono disperato, perche nn so piu cosa fare, ho perso amici, opportnunità e sto perdendo anche la ragazza.piango tutti i giorni, perche non mi da tregua, ho un fratellino di sette anni, e i miei stanno impazzendo per come sto,io nn posso permettere ke succeda qualcosa a loro. sto andando anche da una psicologa, e prima di lei ne ho fatti diversi, in quanto mia mamma che da giovane si è ammalata di depressione che l'ha portata a essere quasi anoressica, poi è guarita, dice e non solo lei,che è un dolore psicosomatico.ho avuto dei momenti fatti anche di gorni in cui il dolore era lieve, e non so spiegare il perche,ho notato che quando ho altri dolori, febbre, poi sono stato ricoverato per polmonite, il doloe era lieve, per il resto, soppratutto in questo 2011 è sempre presente, tale da farmi pensare tutti i giorni di farla finita,pur di farlo cessare. premetto prima che mi venisse dolore ai testicoli, cmq ho avuto un infanzia un po difficile in famiglia, ho fatto esami anche come risonanza magnetica, eletromiografia, pes alle gambe e al nervo pudend, tutti negativi, l'unica cosa che me lo attenua quando non ci duro piu prendo un pezzo di pastiglia di tramalin,sento che pero mi rende piu nervoso, vorre consigli?ipotesi?ulteriori visite? vi prego.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
come avrà letto dal mio articolo Minforma:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/959-dolore-testicolare-cronico.html


se si escludono le varie cause diagnosticabili (che credo siano state escluse da vari esami che ha già eseguito) il suo dolore è definito "idiopatico" cioè senza una causa nota; esso spesso origina da una ipersensibilità delle terminazioni nervose (dolore neuropatico). Purtroppo si conosce ancora poco sulle possibilità terapeutiche come esposto nell'articolo e non da tutti condivise. Come avrà letto esistono terapie mediche o chirurgiche e bisogna giungere allo scopo per gradi considerando un approccio mulidisciplinare al problema:
La Visita urologica e psicologica mi sembra di aver capito che la ha eseguita
-Manca la Visita neurologica e la visita da specialista in terapia del dolore.
In letteratura esistono dati sull'efficacia dell'agopuntura nel dolore cronico in generale.

[#2] dopo  
Utente 674XXX

Iscritto dal 2008
grazie per aver risposto,

sono gia andato da diversi neurologi, l'ultima visita al policlinico di verona, che ho fatto la pes agli arti inferiori e al pudendo, entrambe negative, e lui non sapendo che fare mi ha prescritto del lyrica,

anche l'agopuntura ho gia fatto anni fa, ma nessun beneficio.non saprei che terapia del dolore fare.

ho letto che dal suo articolo della "Per fare diagnosi di dolore neuropatico è necessario eseguire una somministrazione locale di anestetico (blocco del funicolo spermatico) e verificare la conseguente scomparsa del dolore"
chi puo fare questa diagnosi? può avere delle complicanze?

sono veramente abbattuto, da quanto un dolore cronico puo rovinare la vità sotto tutti gli aspetti, chiedo anche a lei se potrebbe anche essere un dolore psicosomatico?

in quanto rifletto molto su tutte le volte che mi è diminuito, e spesso però avevo altri dolori, tipo polmonite, febbre, cervicale,
un dolore neuropatico puo diminuire cosi all imporvviso?

inoltre in questo periodo sento sempre le gambe stanche deboli, come avere dei mattoni nelle gambe, mi era successo anche la scorsa estate poi è passato, anche questo mi fa pensare a neuropatia, ma vi è un nesso cn le gambe e i testicoli?
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Provi a consultare un anestesista esperto in terapia del dolore che poi valuterà se eseguire o meno il blocco anestetico del funicolo spermatico o iniziare con diversa terapia.
2)E' difficile fare diagnosi di dolore testicolare psicosomatico
3-4)Difficile la associazione di tale dolore con altre patologie di altri organi