Utente 213XXX
Salve dottore, sono un uomo di 42 anni, da circa 10 anni soffro di un fastidio al testicolo Dx......(anche al tatto).......premetto che nel 1980 sono stato operato di varicolcele SX, nel 2002 ho fatto un ecodopler testicolare da cui non è risultato niente.......nel 2005 ho fatto i raggi alla schiena (lombosacrale) da cui è risulatato una "riduzione dello spazio intersomatico in L5/S1", e premetto che non ho mai avuto grandi fastidi per questo problema alla schiena, disturbi si, ma mai rimasto "bloccato" anche lavorando assiduamente..............nel 2011 ho fatto un ecografia uro-genitale (sempre per i dolori al testicolo DX)dal quale non è risultato niente di anomalo (anzi il varicocele è completamente guarito)..........inoltre accuso problemi urinari, nel senso che spesso di notte devo urinare e comunque di giorno devo urinare ogni due ore circa.(questo problema si accentua quando mi eseguo lavori pesanti), comunque il PSA è di 0.67 (da analisi del sangue)........ i dolori al testicolo Dx non svaniscono e si accentuano quando fatto uno sfrozo fisico (sono operaio alla FIAT), oppure cammino molto ad andatura veloce..................il mio medico di base dice che i dolori al testicolo possono essere causati dalla colonna vertebrale (L5/S1), ma da quello che so' l'ernia discale puo' provocare schiacciamneto del canale inquinale , ma non quando essa è dislocata in quel punto (L5/S1).., diverso è se l'ernia è dislocata in L3/L2 oppure L3/L4..........forse mi sbaglio..!!! le poche cose che so' le ho lette sui libri e internet............voi che cosa ne pensate??

Sinceramente non lo so'......il mio medico di famiglia dice che dovrebbe esserci una puntina di ernia inquinale, ma secondo lui, l'ernia inquinale deve scendere nei testicoli per creare fastidio ad essi..........in poche parole lui dice che dovrebbe essere molto grande per creare fastidio al testicolo DX............veramente io credevo di avere un ernia inquinale, mentre lui dice che è la schiena...............cosa mi consiglia di fare?......... a breve dovrei fare una visita urologica da un urologo, precisamente il 26/07/2011, secondo lei un Urologo potrebbe diagnosticare un ernia inquinale?
Mi scuso per la mia ignoranza, ma in effetti non sono molto informato su questioni mediche...................la ringrazio anticipatamente per i consigli e appena avro' la diagnosi della visita urologica, le comunicherò i risultati.....!!
Inoltre vorrei chiedere una cosa: nel caso io avessi un ernia discale o inquinale (faro' al piu' presto una risonanza), vorrei sapere se potrei avere in futuro e/o anche attualmente problemi di erezione e/o problemi della sfera sessuale.
Grazie anticipatamente per il tempo che le porterò via e le auguro Buon Lavoro.
Antonio

contatti:
diabolik2006@virgilio

Tel. 3920750307

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,concordo con l'affermazione che solo l'ernia inguino-scrotale possa creare problemi al testicolo omolaterale.Gli eventuali problemi legati alla colonna vertebrale lombo sacrale,pur non determinando in via diretta una disfunzione erettile,sono coinvolti nella spinta coitale.A questo punto,non ci resta che attendere l'esito della futura visita specialistica.Cordialita'.