Utente 177XXX
Buongiorno!!Gentilmente vorrei un parere...Domani dovrò fare un prelievo a vari tempi per valutare la mia prolattina,ma ho paura che l'infermiere che eseguirà il prelievo non sia molto attento all'aria che è nel tubicino che và dalla flebo e possa mettermi l'ago in vena senza che quest'ultima esca.Cosa posso fare/dire se ciò accadesse??E se ciò accadesse senza che io me ne accorga,a cosa vado incontro?
Grazi mille e mi scusi tanto per il disturbo!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente buongiorno, generalmente quando si effettua un prelievo seriato, ripetuto cioè nel corso della giornata, non si dovrebbe attaccare alcuna flebo perchè il rischio è quello di aspirare nella provetta del sangue diluito che potrebbe dare una risposta poi falsata. Comunque ad ogni buon conto non penso che vi possano essere paure giustificate per due motivi: chi è abituato ad effettuare prelievi sa benissimo cosa fare (e molti infermieri prelevatori sono a volte più bravi dei medici in questo compito!). In secondo luogo minime quantità di aria come quelle delle bollicine che si possono ritrovare all'interno del deflussore della flebo non costituiscono affatto un problema anche se accidentalmente entrano in circolo. Bisognerebbe iniettare (dolosamente) ben altri quantitativi perchè questo possa causare un rischio e siamo quindi ben lontani da questa situazione. Stia tranquilla.
Saluti