Utente 201XXX
Gentili dottori, vi espongo un problema che spesso mi impensierisce. Sono una ragazza di 19 anni...A fine novembre del 2010 feci una visita da un cardiolo che mi sottopose a elettrocardiogramma, ecografia e prova sotto sforzo; è risultato tutto nella norma se non fosse per un prolasso della mitrale (lieve). Il cardiologo e anche il mio medico curante sostengono che non è niente di preoccupante. Il problema è che qualche volta mi capita come di sentire uno sfarfallio al cuore, un battito più forte degli altri, che mi toglie il respiro...credo si tratti di extrasistole. Qualche mattina fa mentre facevo una passeggiata ne ho avvertita una e subito dopo mi è iniziata a girare la testa e sentivo le gambe deboli.Un'altra volta invece mi è successo mentre facevo i lavori in casa, e mi sono dovuta perfino fermare. Tutto ciò può essere dovuto al caldo? Alla mia pressione, sempre un pò bassa (95 su 65)? Secondo voi è necessario che effettui un'altra visita dal cardiologo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il modo migliore per valutare con competenza un'extrasistolia e' quello di eseguire un Holter cardiaco, che ci permetta di quantificare le aritmie presenti nelle 24 ore e di capire di che aritmie si tratti.
Se il senso di mancamento si accompagna alla sensazione di aritmia e' bene provvedere velocemente alla registrazione holter.
Cordialmente
cecchini
www.eccchinicuore.org