Utente 197XXX
Quando ho iniziato i rapporti con il mio ragazzo attuale, con il quale sto da un anno, non andava bene. Non riusciva a penetrarmi perchè la sua erezione era scarsa o nulla. Appena cercavamo di avere un rapporto il pene non era più eretto, anche se con i preliminari non otteneva una grande erezione. Lui è un tipo ansiotico e si abbatteva molto per queste problematiche, nonostante cercassi di tranquillizzarlo. Dopo quattro mesi siamo riusciti ad avere rapporti completi, abbiamo pensato che la causa fossero i lievi dolori che aveva a causa della fimosi. E' andato quasi tutto bene fino ad ora. Ad inizio maggio è stato circonciso per via della fimosi. Di dolori se ne sono presentati pochi, ora lui non li sente quasi più. Il problema è che quando cerchiamo di avere rapporti la punta è sempre secca(abbiamo risolto con il lubrificante) ma appena cerchiamo di farlo entrare, ecco che l'erezione viene a mancare. Di nuovo. Ultimamente lui soffre molto per questa cosa e appena succede si intristisce.
All'inzio della nostra storia è andato a farsi vedere da un andrologo che gli ha suggerito che fosse solo un problema d'ansia. Ma la cosa che io mi chiedo e Vi chiedo, se così non fosse? Ci sono dei farmaci specifici per problemi di questo tipo per un ragazzo di soli ventanni? Secondo voi è solo ansia o potrebbe esserci altro?
Vi ringrazio dell'attenzione e dell'ascolto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
andrebbe fatta una diagnostica adeguata a capire la natura del problema e, di conseguenza , il miglior approccio terapeutico.
è improbabile un fatto di natura vascolare a 25 anni e ancora meno probabile che vada a periodi.
un collega specialista è in grado di dirimere i dubbi.
cordialmente