Utente 213XXX
Salve, ho 25 Anni
mercoledì 29 giugno (esattamente una settimana ad oggi) ho avuto un episodio di aritmia piuttosto marcato. Ho avuto la sensazione di avere un exstrasistole seguita da una lunga pausa. Poi il battito è ripreso molto veloce ma sentivo che non erano battiti pieni, e io continuavo ad avvertire alcuni battiti isolati seguiti da battiti molto veloci. Durante questo episodio stavo molto male, sono quasi svenuto e ho avuto una crisi di panico in quanto solo e assolutamente inesperto di queste situazioni non avendo mai avuto neppure uno svenimento in passato. Dopo circa 5 minuti dall'accaduto ho avvertito nuovamente un'aritmia di qualche secondo. Assistito dal 118 (100 battiti al minuto pressione 90/150 - normalmente o la pressione sempre regolare e battiti tra 65 e 80) mi hanno portato al pronto soccorso dove mi hanno "prelevato una goccia di sangue con una punturina dal dito", elettrocardiogramma di circa 2 minuti e il prelievo del sangue, mentre ero in attesa degli esiti ho sentito delle "Scosse di freddo" e una sensazione di mancanza del battito, i loro esiti non hanno riscontrato anomalie e mi hanno mandato a casa con proseguimento controlli tramite medico di famiglia.
Il mio medico mi ha fatto fare le analisi per la tiroide e sono in attesa dei risultati (premetto che sono un ragazzo di statura regolare del giusto peso e sempre stato di buona salute sotto questo aspetto).
Tuttora dopo 7 giorni manifesto dei problemi non futili..
la notte del fatto ho avuto problemi per diverse ore nell'addormentarmi, quasi una mancanza di ossigeno.. il mio medico per questo mi ha dato della valeriana indicando ansia.. dopo i primi due giorni ho incominciato a peggiorare.. (paura di usare la macchina, di star solo, del caldo ecc)credo a causa del malessere fisico che mi porto dietro (a volte sensazione di inregolarità cardiaca, affaticamento agli sforzi lievi che percuotono direttamente sul cuore come delle piccole compressioni, ed oggi formicolio sulle mani, sudorazione e leggeri dolori al braccio sinistro)..
Qualcuno mi ha messo delle ansie con una certa aritmia atriale che si prolunga nel tempo..
cosa posso fare? sia a livello psicologico che altre visite specifiche..
Ho letto che qualcuno ha eseguito un ecocolordoppler cardiaco.. me lo consigliate o mi faccio prescrivere dalla mia dottoressa una visita specifica da un cardiologo?
Vi ringrazio anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I disturbi che lei segnala per ultimi sono evidentemente legati ad uno stato di ansia o di panico.
Il primo episodio che ha avuto, invece, a mio avviso necessita di ulteriori approfondimenti come un Holter Cardiaco delle 24 ore ed un ecocolordoppler cardiaco.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno Dr. Cecchini, la ringrazio per la risposta..
Questa notte ho avuto nuovamente difficoltà ad addormentarmi sempre per la sensazione di mancanza di ossigeno (avevo parecchia ansia).
Questo pomeriggio dovrò andar dal mio medico di famiglia.. in questo caso mi consiglia di farmi prescrivere direttamente queste visite (Holter Cardiaco delle 24 ore ed un ecocolordoppler cardiaco)o una visita da un cardiologo?
Grazie
[#3] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Un'altra cosa.. ho cercato di riprendere subito con il lavoro per distrarmi e cercare di riprendere la normalità.. (il mio è un lavoro non tanto fisico ma mentale che mi piace abbastanza).. anche in questa mia scelta ho dei dubbi..
non saprei se è meglio stare in casa senza far "niente" completamente rilassato o far degli accorgimenti..
grazie nuovamente
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Puo' tranquillamente riprendere il lavoro che svolge. Il suo medico le prescrivera', penso, gli esami consigliati.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org