Utente 213XXX
Salve,sono una ragazza di 35 anni. Ultimamente sono un pò preoccupata vorrei un consulto. Da circa 6 mesi ho un linfonodo ingrossato sul lato del collo sinistro è come una pallina dura. Fatta ecografia il risultato: ectasie linfonodali latero-postero-cervicali a sin e 3° craniale max cm 1-1,2 x mm 4,1 ed in un pacchetto linfonodale di cm.1,8 x mm.5,8 composto da sub unità di 8-10 mm. Fatte analisi delle urine e del sangue, Ves 10 mm (1-15) quindi buona, nessun valore alterato tranne linfociti 1,5 (1,2-3,4) e nelle urine leucociti 75 e urinocoltura negativa, esame di Febbraio. Rifaccio esami urine dopo circa un mese a fine febbraio, Leucociti a 500 e diversi batteri ma urinocoltura negativa! Rifaccio esame urine a Giugno, leucociti abbassati a 25 e uricoltura negativa ma nell'esito risulta sempre diversi batteri. Io mi sto preoccupando più che altro per questo linfonodo che non rimpicciolisce. Il dottore mi ha prescritto ulteriori esami di Toxo e Citomegavirus, quello della Mononucleosi l'avevo già fatta a FEbbraio è risultata negativa. Ho dei mal di testa ricorrenti ma prendo l'anello vaginale come anticoncezionale potrebbe dipendere da questo? La mia preoccupazione è, potrebbero essere sintomi di qualcosa di più grave? Io penso sempre al peggio per mia natura, ma ho sentito che il sintomo dell'Hiv sono proprio i linfonodi ingrossati! Io un partner fisso da 6 anni e un figlio con lui, non ho avuto nessun rapporto extra coniugale, l'unica cosa che mi preoccupa è il mio lavoro. Sono una massaggiatrice e tocco persone in continuazione,anche il loro sudore ovviamente. La mia domanda è posso prendere delle malattie semplicemente facendo il mio lavoro? Vi ringrazio per la risposta. Cordilai Saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Il suo lavoro non la espone a particolari rischi (altrimenti ci si potrebbe contagiare semplicemente stringendo la mano ad un conoscente).
La linfoadenopatia da HIV è molto più vistosa di quella da lei presentata.
Attenda gli esami chiesti dal suo Medico, con serenità.
Con ogni probabilità siamo di fronte ad una condizione banale.
Stia tranquilla.

[#2] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Finzi,
A breve rifarò l'ecografia al collo, non me l'ha prescritta il medico, è una mia scelta, vorrei tenere sotto controllo i linfonodi. A tal proposito Le chiedo: possono crescede di dimensione?Come si presenta la linfoadenopatia in caso di Hiv? Che dimensione mi deve far preoccupare? Mentre faccio i massaggi può capitare di venire a contatto con del liquido prespermatico dei miei clienti, me ne accorgo perchè massaggiando le gambe, a volte sento del liquido simile a del sudore ma potrebbe essere anche altro tipo di liquido. In caso io abbia avuto delle piccole ferite alle mani(d'inverno le mie mani tendono a screpolarsi, a volte compaiono delle feritine) ho il terrore che questa cosa mia bbia esposto al pericolo di contrarre qualche malattia! Non vorrei davvero che fosse così perchè quello che faccio è solo il mio lavoro che mi permette di aiutare mio marito con il mututo e le spese di casa! Mi viene da piangere al pensiero che mi sia beccata una malattia per giunta così grave, solo facendo il mio lavoro! Inoltre stavo pensando anche di avere un altro figlio a breve ma prima vorrei che mi si sgonfiassero i linfonodi e vorrei tranquillizzarmi un pò. So che l'unico modo di sapere la verità è fare il test Hiv ma io ho il terroe. Quindi mi può dire qual'è un campanello d'allarme inequivocabile? Che so febbre (che non ho avuto nelgi ultimi 6 mesi tarnne un piccolo malessere 2-3 mesi fa ma penso si sia trattata di un influenza), dimensione dei linfonodi, ves alterata? La mia risultava nella norma (10) negli esami che le ho riportato di Febbraio. Mi aiuti a capire perchè i linfonodi non diminuiscono ma anzi mi danno fastidio e mi provocano continui mal di testa. Grazie mille!
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Finzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Ribadisco: non ci si contagia in questo modo. ma se lei non mi crede e deve vivere così preoccupata le toccherà cambiar mestiere...!! Stia serena!
[#4] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta. Le chiedo ancora (a Lei o qualche altro Dottore che vorrà aiutarmi) che dimensione hanno i linfonodi in caso di infezione da Hiv e se i valori della Ves risultano sballati o possono anche risultare normali nonostante uno fosse stato contagiato. In caso io fossi venuta a contatto con del liquido pre-spermatico dei cleinti ( mi è capitato lo so con certezza) e il fatto di avere delle ferite dovute al freddo quindi simili a delle screpolature ma a tal punto da diventare ferite,sul dorso della mano mi ha esposto al rischio di contagio? Vi prego aiutatemi, so di essere paranoica ma sono anche molto preoccupata ed è normale diventare paranoici! Inoltre perchè la pallina che sento dietro all'orecchio non diminuisce? Potrebbe trattarsi di una ciste? Ringrazio i Dottori che vorranno aiutarmi. Grazie infinite. Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Salve Dottor Finzi, ho fatto il test per l'Hiv: negativo! Ora devo scoprire la causa dei linfonodi ingrossati...quello dietro l'orecchio è proprio una pallina al tatto e mi da fastidio perchè si sente". Ancora non ho fatto l'ecografia, ci sono dei tempi di attesa, volevo chiederLe, dopo aver fatto l'eco, di sicuro si vedranno ancora i linfonodi tutti ingrossati, li sento al tatto, inoltre un mio amico dottore mi ha visitato e ha constatato che anche quelli dell'inguine e quelli delle ascelle risultano essere un pò ingrossati. A questo punto vorrei andare avanti con gli esami. Cosa mi consiglia? Analisi del sangue più specifici? La prego mi dia un Suo parere se non Le chiedo troppo. Grazie..