Utente 213XXX
Salve a tutti, ho subìto un intervento di appendicectomia con laparoscopia 23 giorni fa, sono stata dimessa dopo 3 giorni, dopo qualche giorni mi hanno tolto i punti, la ferita in basso a sinistra è completamente rimarginata ora, mentre quella posta nell'ombelico sta eliminando pus da circa 20 giorni! Sono andata per due settimane in ospedale ogni due giorni perchè mi avevano detto che la ferita ha preso infezione quindi dovevano tenerla sotto controllo, l'ultima medicazione mi è stata fatta 4 giorni fa e mi avevano detto che non c'era più bisogno di andare in ospedale. Io a casa cerco di tenerla sempre pulita ma comunque continua ad uscire questo liquido giallastro soprattutto quando mi piego, visto il periodo estivo il dottore mi ha detto che posso andare tranquillamente al mare senza espormi direttamente al sole, per il resto posso fare tutto. Però non so mi sembra strano che ormai da 20 giorni continui ad uscire ancora questo liquido (mentre l'altra ferita è del tutto rimarginata (anzi ormai si sta staccando anche la crosticina!), è normale tutto ciò? Più o meno quando cesserà questa fuoriuscita? E poi l'acqua del mare può fare bene o viceversa per la ferita? Che precauzioni posso adottare in vacanza?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

E' relativamente frequente che la ferita dell'accesso ombelicale possa manifestare segni di flogosi suppurativa e ritardi di cicatrizzazione.
Si attenga alle indicazioni ed eventualmente all'ulteriore controllo della Struttura di riferimento.
[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,poichè la ferita ombelicale è secernente,sicuramente utilizzerà una medicazione.Prescindendo quindi dagli effetti positivi o negativi dell'acqua di mare,le consiglierei medicazioni completamente occludenti ed impermeabili.Eviterà così eventuali contaminazioni.Per il resto il Collega le ha fornito le giuste indicazioni.
Saluti
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

purtroppo, l'incisione ombellicale viene utilizzata per l'estrazione dell'appendice, quindi può andare incontro ad infezione più facilmente delle altre. questo è un evento comunque difficile, un altro fattore predisponente è quello delle dimensioni delle ferite: più grandi sono e più facilmente si infettano.

visti i limiti di una valutazione a distanza, ne parli comunque con i suoi medici curanti.

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 213XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per le vostre risposte, sono andata in vacanza e sinceramente ho preferito non fare alcun bagno e i medici mi hanno detto che ho fatto bene cercando di tenere la ferita il più asciutta possibile. Oggi sono tornata in ospedale e facendo una medicazione più approfondita con una pinza, il medico ha tolto un punto interno e mi hanno detto praticamente che l'infezione era dovuta a questo punto interno che il mio corpo non ha riconosciuto e quindi ha rigettato! Spero di aver risolto il problema e che ora la ferita possa cicatrizzarsi completamente!!
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

l'infezione delle ferite è piuttosto rara utilizzando la tecnica mini invasiva in relazione alle dimensioni delle ferite molto contenute ma anche perchè il materiale "sporco" rappresentato dal pezzo anatomico infetto, nel suo caso per esempio, viene fatto passare attraverso le cannule (trocar) in modo tale che questo non erntra a contatto con i tessuti circostanti.

cordiali saluti