Utente 887XXX
Gentile Dottore,
mio papà ha ritirato l'esito delle analisi del sangue e risulta alterato il valore di ACIDO URICO con valori di riferimento 2,6-6,8 e con valore dell'esame pari a 10,5 mg/dL; altro valore alterato è la presenza di emoglobina nelle analisi delle urine (tracce). Il papà assume con continuità farmaci per la pressione SEQUACOR e RATACAND e LAEVOLAC come lassativo.
Cosa mi conglia? Ecografia renale?
Posso stare "tranquilla"?
Potrebbero essere i sintomi di un tumore renale?

Grazie per l'attenzione e buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Massimo Gai
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALASSIO (SV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2000
Gentilissima Signora,

l'iperuricemia si tratta con la dieta e se l'acido urico è >9 mg/dl con farmaci che ne riducano la concentrazione in modo da ridurre il rischio di gotta.
L'igiene alimentare è fondamentale: ridurre il consumo di grassi e carni rosse, crostacei e insaccati; abolire gli alcolici, fare regolare attività fisica.
Utile un giusto apporto di liquidi.
E' infine da valutare l'avvio di farmaco per l'iperuricemia (allopurinolo).
Per il problema dell'ematuria (sangue nelle urine-che è un problema diverso e separato) sarebbe bene riferirsi al proprio medico per completare gli accertamenti su reni e prostata (ecografia addome, PSA tot + free, proteinuria, ripetizione dell'es.urine+urocoltura).

Un saluto
Massimo GAI