Utente 214XXX
Vorrei chiedere un consulto per un problema che da pochi mesi (2-3) ha il mio ragazzo. Subito dopo un rapporto ha un dolore fortissimo ai testicoli, come una fitta, che dura qualche minuto. L'argomento è stato già trattato diverse volte in questo sito, ma la situazione mi sembra diversa, visto che il mio ragazzo (di 20 anni) gode di ottima salute e non ha mai avuto nessun problema andrologico e/o urologico, pertanto mi è sembrato opportuno aprire una nuova discussione. Non nascondo che il problema mi preoccupa molto, visto che poco tempo fa un mio parente stretto ha avuto un tumore al testicolo e non vorrei che il mio fidanzato abbia la stessa patologia. In realtà il mio ragazzo non sembra molto preoccupato, poichè ritiene che questo dolore sia dovuto ad una forte eccitazione che si verifica anche 1-2 ore prima dell'inizio del rapporto. Sperando in una risposta, porgo i miei più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,le algie testicolari non possono essere considerate come espressione di patologie tumorali a carico dei testicoli...per fortuna.Va da s'è che vada posta una diagnosi andrologica,che non cita nel post,che,a partire dall'esame obiettivo,prosegue con un ecocolordoppler scrotale,uno spermiogramma con coltura e quant'altro derivi dallo esame obiettivo.E' stata posta una diagnosi andrologica?Cordialità
[#2] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
Dottor Izzo, innanzitutto vorrei ringraziarla per la sua celerità.
Non è stata posta nessuna diagnosi andrologica, poichè il mio ragazzo non ritiene il suo problema importante e quindi si rifiuta di fare controlli. Secondo Lei dovrei spingerlo ad andare da uno specialista?
Il dolore che prova (che si verifica solo al momento successivo dell'eiaculazione e persiste per pochi minuti) potrebbe essere sintomo di quale patologia?
Nel caso in cui riuscissi a convincerlo a farsi visitare, sarebbe meglio andare da un andrologo o da un urologo?
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...potrebbe essere una buona occasione per consultare uno specialista,andrologo e/o urologo che sia.Cordialita'
[#4] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Izzo, la ringrazio per l'attenzione e per il tempo dedicatomi.
Cordiali saluti.