Utente 507XXX
Salve, ho 25 anni e ho avuto pochi rapporti sessuali a causa della frustrazione derivante dalle dimensioni del mio pene. Dopo alternanti fasi di depressione finalmente sono riuscito ad accettarmi finendo per avere rapporti con una donna. Ma quella volta ho fatto cilecca, ho pensato che la cosa fosse normale data l'inesperienza; ma è ricapitato altre volte. A quel punto mi sono reso conto della situazione. Praticamente fino ad allora avevo sempre praticato la masturbazione stimolando "continuamente" e velocemente il pene e molto spesso stringendolo possentemente soprattutto alla base per non perdere l'erezione. Ovvero, ho un'erezione ma fatico molto a mantenere la rigidità se non trattenendo il deflusso del sangue alla base con la mano. Questo mi ha portato ad avere ogni tanto dei dolori proprio alla base. Premettendo che dovrò farmi visitare da un andrologo (vincendo la mia vergogna),secondo voi il problema è risolvibile?
P.S. ho paura di non trovare un dottore competente perchè per esperienza personale alcuni possono rovinare l'esistenza con le loro diagnosi basate su pochissimi minuti di visita BEN PAGATI
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'ipogenitalismo latente,così come la difficoltà a mantenere l'erezione,sia nella masturbazione che nel coito,richiedono,in un giovane privo di esperienze,una visita specialistica presso un esperto andrologo.Ha erezioni mattutine valide?Si faccia consigliare con fiducia dal Suo medico di famiglia che Le indicherà lo specialista idoneo,sia in ambito pubblico che privato.Ci tenga informati,se ritiene.Cordialità
[#2] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Grazie,
sì ho spesso erezioni mattutine, devo dire abbastanza valide. Cosa intende per ipogenitalismo latente? Allude alle ridotte dimensioni del pene?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Alludo all'idea,molto diffusa,che il pene non sia delle dimensioni desiderate,allo stato flaccido.Questo atteggiamento critico spesso é contraddetto sia dalle dimensioni dello stesso in stato di erezione,sia dalla/e partner/s che mostrano soddisfazione completa dopo un rapporto coitale.Cordialità
[#4] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Diciamo che ho superato quella fase. Sono consapevole che il mio pene è piccolo (12 cm) ma sinceramente non posso farci nulla, al momento mi preme di più fare in modo che funzioni! Se però il mio pene resta eretto solo se lo stringo alla base con la mano vuol dire che qualcosa non va! Sono appena stato dal mio medico di base per prenotare la visita urologica presso un'azienda ospedaliera come da Lei consigliatomi . La mia enorme paura è che il responso sia di utilizzare il Viagra o simili, perchè da quanto ho letto il mio problema potrebbe riguardare "fughe venose", problema scarsamente risolvibile chirurgicamente.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Il Suo pene non é assolutamente piccolo.Attendiamo l'esito della visita andrologica.Cordialità
[#6] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente, il collega Izzo le ha consigliato una visita andrologica, provveda pertanto a non eseguire una visita urologica, definiamola generica, ma bensì presso un centro con specifiche competenze andrologiche. Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Purtroppo non conosco nessun centro simile nella mia zona (Siracusa), qualcuno veramente gentile saprebbe indicarmene una (anche in provincia di Catania)? Tra qualche mese mi trasferirò a Milano, magari la faccio lì una visita completa? Confesso che non mi fido molto dei medici della mia zona..(con le rare eccezioni)
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
in Sicilia e soprattutto a Catania esiste una importante scuola andrologica. Eventualmente consulti il sito ufficiale della Società Italiana di Andrologia.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#9] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio tutti per la disponbilità e cordialità, è la prima volta che su internet trovo dei dottori VERI! Il vostro è un ottimo esempio di interazione medico/utente. Considerando che la visita resta sempre la migliore strada per una corretta diagnosi penso che l'intero sistema sanitario andrebbe decisamente meglio se si aggiornasse alle nuove tecnologie come avete fatto voi.
Vi farò sapere l'esito della visita ed eventualmente approfondirò con una visita andrologica completa,
ancora grazie
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ci tenga informati , se lo desidera.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#11] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Ci faccia sapere
[#12] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Salve, oggi ho fatto la visita urologica generica. Non mi è stato fatto alcun esame ecocolor doppler o simili, neanche una semplice ecografia. Dopo aver messo al corrente il medico dei miei dolori in erezione, questi dopo un breve sguardo al pene mi stava già liquidando in 30 secondi con "lei non ha nulla"; solo quando mi ha dato il tempo di dirgli che mi capita di non riuscire a mantenere una erezione valida ha deciso di eseguire una ispezione rettale (tralasciamo la delicatezza del medico..). Nel momento dell'ispezione ho sentito un intenso bruciore. Infatti il medico mi ha riscontrato una prostatite. Credo (questo è un mio parere) che la prostatite derivi dalla mia stitichezza quasi cronica e da principi di emmorroidi, plausibile? Curando la prostatite posso avere delle erezioni più valide? Infine, forse è meglio fare esami più specifici?
Grazie
[#13] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,credo che,non avendoLa visitata,sia saggio seguire i consigli dell'andrologo senza forzare la mano...Ci aggiorni sugli sviluppi,se crede.Cordialità.
[#14] dopo  
Utente 507XXX

Iscritto dal 2007
Si sicuramente seguirò la cura. Vorrei specificare che il medico è un urologo generico e le mie domande erano se la prostatite potrebbe essere stata causata dalla stitichezza e se dopo la cura avrò delle erezioni durature. E' possibile che tale prostatite sia di vecchia data, ad esempio anni? Lo chiedo perchè non ho mai fatto un esame simile e questo spiegherebbe i miei problemi
Grazie